chat Di Maio
|

Grillo pubblica l’intera chat di Di Maio con Raggi su Marra. Repubblica: «Nessun taglio, questi sono i fatti»

La chat di Di Maio con Virginia Raggi su Raffaele Marra è stata pubblicata in maniera incompleta, e fuorviante. Lo rimarca il blog di Beppe Grillo, che ha deciso di pubblicare il messaggio del vicepresidente della Camera al sindaco di Roma, per smentire le falsità diffuse dai tre giornali che hanno riferito la notizia. Ecco il testo completo della chat, con tanto di screenshot del messaggio pubblicato.

chat Di Maio

Quanto alle ragioni di Marra. Aspettiamo Pignatone (il MoVimento 5 Stelle aveva chiesto alla Raggi di far verificare il nominativo Marra a Pignatone, il procuratore di Roma, ndr). Poi insieme allo staff (quello che allora era chiamato mini direttorio, ndr) decidete/decidiamo. Lui non si senta umiliato. È un servitore dello Stato (Marra era della Guardia di Finanza, ndr). Sui miei (intendendo chiaramente i suoi collaboratori, ndr) il Movimento fa accertamenti ogni mese. L’importante è non trovare nulla.”

LEGGI ANCHE> Chat M5S, Di Maio su Marra: «È un servitore dello Stato, è uno dei miei»

Il blog di Grillo pubblica anche un altro messaggio, in cui Di Maio ribadisce a Raggi che Marra non può rimanere nel gabinetto del sindaco.

Pignatone cosa ti ha detto dopo che gli hai inoltrato il suo nominativo (di Marra, ndr)? In ogni caso nella riunione con me, Marra non mi ha mai chiesto se andare in aspettativa o meno. Semplicemente mi ha raccontato i fatti. Io l’ho ascoltato. Perché tu me lo avevi chiesto. Sono rimasto a tua disposizione non sua. E penso che nel gabinetto non possa stare, perché ci eravamo accordati così. Nessuno si scandalizzi se facciamo le pulci prima di tutto ai nostri. Siamo il movimento 5 stelle. E certe responsabilità è meglio prendersele con contezza di causa.
Non devi sentirti accerchiata Virginia. Devi stabilire un contatto con la tua squadra(cioè il minidirettorio). Loro sono i tuoi alleati non i tuoi nemici.

LA RISPOSTA DI REPUBBLICA A DI MAIO

Repubblica però non ci sta e a stretto giro pubblica la sua risposta.

Quello pubblicato oggi da Repubblica è il testo che Virginia Raggi ha girato a Raffaele Marra del suo scambio di sms con Luigi Di Maio. Non si tratta quindi di una selezione di frasi operata dal nostro giornale. Si tratta del testo conservato nella memoria del cellulare sequestrato a Raffaele Marra al momento dell’arresto e agli atti dell’inchiesta.

E ancora:

Questi sono i fatti, ma Grillo continua ad attaccarci con una propaganda delirante e pericolosa, che diffonde nel Paese un clima di odio verso la stampa ed espone Carlo Bonini e gli altri colleghi a reazioni incontrollate.

 

Foto copertina: ANSA/ MASSIMO PERCOSSI