Wimbledon: Djokovic avanti, si ferma Fabbiano. Oggi Federer, Nadal e i due tenori italiani

di Redazione | 06/07/2019

Wimbledon

*di Tennis Fever

LEGGI ANCHE > Wimbledon, Federer sul velluto. Nadal di testa e di nervi, bene gli italiani | Il programma di oggi

Non si ferma l’emorragia delle teste di serie nel tabellone maschile di Wimbledon 2019. Ne sono saltate altre quattro nella giornata di ieri, eliminate o da non teste di serie o da giocatori più indietro nel seeding. In compenso arriva la conferma di Novak Djokovic, favorito numero uno per la vittoria finale, e termina il sogno di Thomas Fabbiano.

Djokovic avanti a Wimbledon, Hurkacz dura due set

Chi non delude (quasi) mai è Novak Djokovic, numero uno del mondo. Sul campo centrale affronta il polacco Humbert Hurkacz, classe 1997 in rapida ascesa e lo sconfigge in quattro set. Le prime due partite, a dire il vero sono tutt’altro che semplici, con il serbo che strappa un break in chiusura di primo set e soccombe al tie-break del secondo. Il polacco, però, crolla a livello di tenuta fisica e mentale nei due successivi set, dominati da Nole.

Saltano quattro teste di serie pesanti

Il primo ad arrendersi è Karen Khachanov, numero 9 del mondo, sconfitto nettamente in tre set da Roberto Bautista-Agut. Per il russo la stagione sull’erba si chiude con due eliminazioni che portano la firma di Matteo Berrettini a Stoccarda e Halle e dello spagnolo qui a Wimbledon. Anche l’altro russo Daniil Medvedev (numero 13 del mondo) si arrende ad un ormai ritrovato David Goffin. Salta il sudafricano Kevin Anderson, finalista lo scorso anno, sconfitto dall’argentino Guido Pella. Ma la più grande delusione di giornata è l’eliminazione di un irriconoscibile Felix Auger-Aliassime, sconfitto dal francese classe 1998 Ugo Humbert, che agli ottavi affronterà Djokovic.

Si ferma il sogno di Thomas Fabbiano

Da registrare, per quanto riguarda la giornata di ieri, l’eliminazione di Thomas Fabbiano, ad opera di Fernando Verdasco. La corsa del tarantino a Wimbledon, come lo scorso anno, si ferma al terzo turno. Il veterano spagnolo ha fatto valere la sua maggiore esperienza in tornei ad alto livello, ma per l’italiano non mancano i rimpianti, con le numerose palle break sprecate e i cali di tensione nei momenti chiave del match.
Non si ferma invece un altro, incredibile, sogno: quello di Cori ‘Coco’ Gauff nel tabellone femminile. La 15enne americana vola agli ottavi dopo il successo ottenuto al terzo turno contro slovena Polona Hercog. Al quarto turno la Gauff, al primo Slam in carriera e numero 313 del ranking, affronterà la romena Simona Halep, numero 7 del tabllone.

Oggi, 6 luglio, a Wimbledon: Federer, Nadal e gli italiani

Si chiude oggi il terzo turno, con le otto partite della parte basa del tabellone che andranno a definire il quadro degli ottavi di finale. Una giornata particolarmente interessante per il tennis italiano, dato che scenderanno in campo i nostri due migliori giocatori. Sul campo 14, non prima delle 13,30 Fabio Fognini affronta lo statunitense Tennys Sandgren (numero 94 del mondo ma cliente ostico sull’erba). In contemporanea, sul campo 18, Matteo Berrettini se la vedrà con l’argentino Diego Schwartzman, che lo ha battuto nettamente a Roma nell’unico precedente tra i due.
In campo, tra gli altri, anche il numero due del mondo (tre del seeding) Rafael Nadal contro il francese Jo-Wilfried Tsonga, e il numero tre del mondo, testa di serie numero due, otto volte vincitore a Wimbledon, Roger Federer, impegnato contro Lucas Pouille.
(Credit Image: © Han Yan/Xinhua via ZUMA Wire)