Facebook e Wikipedia bannano le pagine di Vox Italiae, il movimento di Diego Fusaro

22/09/2019 di Enzo Boldi

Dopo le pagine social di CasaPound e Forza Nuova oscurate da Facebook, la scure arriva anche per Diego Fusaro. Il filosofo sovranista ha, infatti, denunciato il blocco delle pagine di Vox Italiae, il movimento creato da lui stesso. Una decisione che non ha preso solamente il Mark Zuckerberg. Anche su Wikipedia è accaduta la stessa cosa, mentre su Instagram è stato bloccato un hashtag utilizzato nel lancio social del movimento: #valorididestraideedisinistra. Ovviamente si è parlato immediatamente di complotto da parte del pensiero unico di sinistra. 

«Ci hanno bloccato la pagina di Vox Italiae. Forse perché non diciamo ‘più Europa’ e ‘decidono i mercati’. Forse perché siamo sovranisti, populisti e socialisti. Forse perché crediamo in una confederazione internazionalista di Stati sovrani, democratici e socialisti – scrive Diego Fusaro sul suo blog -. Forse perché non ci arrendiamo e lottiamo per un’Italia all’altezza della sua storia, in cui tornino il Rinascimento e i diritti sociali. Un’Italia di chi lavora e non di chi specula vivendo in modo parassitario».

Vox Italiae, la pagina bannata del movimento di Fusaro

Insomma, la sindrome da Calimero. Come da tradizione. Diego Fusaro, infatti, insiste su quella che è una vera e propria censura voluta dai poteri forti per zittire chi aderisce al suo movimento Vox Italiae:«Forse perché crediamo in una confederazione internazionalista di Stati sovrani, democratici e socialisti. Noi vogliamo che l’Italia non sia miserrima colonia di Bruxelles e di Washington. Un’Italia degna di sé e degli spiriti magni che l’hanno fatta grande: l’Italia di Dante e di Petrarca, di Machiavelli e di Manzoni, di Vico e di Gioberti. Si può lottare e perdere. Chi non lotta ha già perso».

Le motivazioni logiche di Wikipedia

Non solo Facebook. Anche Wikipedia ha bannato la pagina di Vox Italiae, così come Twitter. Instagram, invece, non ha consentito di utilizzare l’hashtag #valorididestraideedisinistra nel lancio della pagina del movimento di Diego Fusaro. E lui parla di manganello. La realtà è che Wikipedia ha ritenuto non attendibili le fonti utilizzate per accreditare la pagina di Vox Italiae. 

In sintesi: si fa del vittimismo anche quando è «palesemente» evidente che non siano stati rispettati i vincoli e le linee guida di queste piattaforme.

(foto di copertina: ANSA / UFFICIO STAMPA)

Share this article