Non ci sarà alcun Vinitaly 2020

di Redazione | 23/03/2020

Vinitaly rinviato

Non ci sarà alcun Vinitaly 2020. La 54ma edizione, infatti, è stata rinviata direttamente al 2021. L’emergenza coronavirus ha portato l’organizzazione di Veronafiere a decidere di rimandare la più grande manifestazione del settore dell’enologia in Italia. La nuova edizione si svolgerà dal 18 al 21 aprile dell’anno prossimo.

LEGGI ANCHE > Festival di Cannes rimandato a causa dell’emergenza coronavirus

Vinitaly, nessuna possibilità di organizzarlo: rimandato al 2021

«Il perdurare dell’emergenza Coronavirus a livello nazionale – ha detto Maurizio Danese, presidente di Veronafiere -, con il susseguirsi dei decreti urgenti della presidenza del Consiglio dei ministri, e la più recente propagazione dello stesso a livello europeo e non solo, hanno reso improcrastinabili alcune decisioni. Per tali ragioni Il consiglio di amministrazione, d’intento con la direzione generale e il management, ha deliberato oggi in merito a molteplici aspetti essenziali per il proseguimento dell’attività del Gruppo. Fra questi, la ridefinizione di obiettivi, strategie e investimenti per la messa in sicurezza dei prodotti, della propria clientela e del business dei settori correlati».

Si tratta della prima volta nella storia (la manifestazione si svolge dal 1967) che un evento del genere, che ha sempre rappresentato uno snodo cruciale per il settore e che ogni anno ripropone i suoi riti, le sue sfide e le sue innovazioni, viene posticipato direttamente all’anno successivo.