Il finto video su Messenger che, in realtà, è uno dei più pericolosi virus di Facebook

di Enzo Boldi | 25/06/2019

Video Heres
  • C'è un nuovo virus che si sta diffondendo anche in Italia nelle ultime ore

  • Si tratta del video Heres che viaggia attraverso la chat di Facebook: Messenger

  • Un messaggio con un video in cui si chiede: "Sei tu?"

C’è un nuovo virus che gira su Facebook e per attecchire utilizza, come cavallo di Troia, l’app di Messenger. Nelle chat di diversi utenti – in queste ora anche in Italia – sono apparsi messaggi sospetti da parte di ‘amici’ social con all’interno un breve messaggio e un video che ha le fattezze di un classico filmato di Youtube. Il video Heres, accompagnato dalla domanda «Its You?» (Sei tu?, in italiano) è in realtà un virus che viaggia sul social network di Mark Zuckerberg.

LEGGI ANCHE > All’epoca dei sovranismi, Libra di Facebook prova a cancellare il concetto di Stato sovrano

Come riportato dal portale bufale.net, la diffusione di questo virus Facebook che sfrutta tutto il pontenziale dei cosiddetti video Heres, avviene tramite l’app di messaggistica istantanea Messenger. Si riceve un messaggio da parte di un nostro amico o conoscente sui social con la domanda «Sei tu?» accompagnata dal link al filmato. Il cosiddetto video Heres prende spunto dall’espressione inglese (molto diffusa soprattutto negli Stati Uniti) «here you are» e sfrutta la curiosità delle persone per diffondere questo virus.

Il virus del video Heres su Facebook

E proprio su questo fa leva la potenza e la potenzialità di questo virus Facebook: gli utenti che ricevono un messaggio da un profilo amico non sospettano che, in realtà, quello sia opera di un virus. Ma la colpa non è dei nostri ‘amici’ social. Neanche loro sanno che i loro profili social sono rimasti vittime di questa diffusione e, nella timeline dalla chat Messenger, non compare quel messaggio con il video Heres. Il tutto condito dalla spasmodica curiosità di sapere se quel filmato, condiviso con noi in chat, mostri il nostro volto o qualche nostra gesta.

Avvisare anche la persona che ti ha inviato quel messaggio

Inoltre, quando si apre quel filmato, si dà il via a una sorta di Catena di Sant’Antonio: anche il nostro profilo – una volta infettato dal virus – inizierà a inviare agli utenti ‘amici’ lo stesso messaggio, con lo stesso video Heres e con lo stesso virus corredato. Come ricorda Bufale.net, se si riceve un messaggio Messenger di quel tenore è meglio non cliccare sul link e contattare la persona che te lo ha inviato, affinché si interrompa la sua diffusione.

(foto di copertina:  Armin Durgut via ZUMA Wire)