Veneto, sequestrate dieci tonnellate di carne cinese per la peste suina

22/01/2020 di Gaia Mellone

Veneto, sequestrate dieci tonnellate di carne cinese per la peste suina

La Guardia di Finanza di Padova ha sequestrati circa dieci tonnellate di carne per rischio di peste suina. La carne proveniente dalla Cina era giunta in Italia in maniera illegale ed era quindi sfuggita ai controlli obbligatori: è stata incenerita immediatamente.

Veneto, sequestrate dieci tonnellate di carne cinese per la peste suina

LEGGI ANCHE> Vittoria Brambilla porta il maiale Dior a passeggiare a Montecitorio

La quantità di carne suina sequestrata è passata all’inceneritore senza neanche una analisi per verificare che fosse effettivamente contaminata dalla peste suina. Le quasi dieci tonnellate, considerate fin da subito molto pericolose dall’Ulss 6 Euganea, sono state sequestrate durante un blitz notturno della Guardia di Finanza padovana all’interno di un magazzino di generi alimentari. Il carico incriminato arrivava da Rotterdam in Olanda e consisteva in 9.420 kg di carne di maiale importata illegalmente dalla Cina e quindi in violazione delle norme doganali e sanitarie in vigore nell’Unione Europea. Sotto sequestro è finita anche l’attività commerciale di ingrosso, ferma ora per gravi e reiterate irregolarità.

(Credits immagine di copertina: Pixabay License)

 

Share this article
TAGS