Niente paura: la UTET continuerà a deliziarci con i classici (e non solo)

La casa editrice non chiude: soltanto una sua sezione non pubblicherà più

12/11/2020 di Redazione

Utet chiude

Se non altro, la falsa notizia della chiusura in toto della casa editrice UTET ci ha fatto capire che c’è ancora tantissima gente, un mare di gente, che è affezionata al gruppo editoriale che ha affiancato gran parte della nostra formazione, sin da giovanissimi – con le enciclopedie e vari libri di testo – per poi accompagnarci anche nel percorso accademico, alla scoperta dei grandi classici e del repertorio di saggistica tra i più completi in Italia. “UTET chiude” è stato il grido d’allarme del pomeriggio di Twitter, dove – a partire da alcuni articoli dal titolo fuorviante – si è sviluppato un vero e proprio rumore di fondo che la stessa casa editrice è stata costretta (più volte e con infinita pazienza) a smentire.

LEGGI ANCHE > Isbn edizioni, bufera su Twitter per gli autori e i traduttori

UTET chiude, la falsa informazione diffusa sui social network

Una delle case editrici più antiche della storia d’Italia, vero e proprio patrimonio culturale del nostro Paese, continuerà a pubblicare, anche in maniera attiva. La notizia, infatti, aveva colto di sorpresa, dal momento che la casa editrice non aveva mostrato segnali che potessero andare in una direzione così radicale. Dunque, si è resa necessaria la precisazione: a chiudere sarà soltanto UTET Grandi Opere (il concordato è stato firmato nel mese di ottobre). Si tratta di una divisione della casa editrice, con marchio fornito in licenza all’omonima società, ceduta dal gruppo De Agostini nel gennaio 2013.

Il resto del catalogo di UTET resta a disposizione, in varie forme. UTET libri, inoltre, continuerà la sua attività di approfondimento, indispensabile per il futuro del Paese. Dai classici, al diritto, passando per i saggi e per la narrativa: il futuro sarà ancora a marchio UTET.

Share this article