Unieuro assicura i suoi dipendenti in caso di infezione da Covid-19

di Enzo Boldi | 25/03/2020

Unieuro

Una scelta apprezzabile e di grande sensibilità in questo periodo di emergenza sanitaria in tutta Italia. Unieuro, una delle catene di maggior successo nella distribuzioni di prodotti elettronici (ed elettrodomestici) del nostro Paese, ha deciso di assicurare tutti i suoi dipendenti in caso di infezione da Coronavirus. Sono circa 5mila i lavoratori che usufruiranno di questa polizza che prevede un’indennità in caso di ricovero dovuto al Covid-19.

LEGGI ANCHE > Disney+ film, serie tv e come usarlo: la guida completa

«Unieuro, il leader nella distribuzione di elettronica di consumo ed elettrodomestici in Italia, annuncia di aver stipulato una copertura assicurativa in caso di contagio da Coronavirus per tutti i dipendenti del gruppo – si legge nel comunicato stampa che annuncia questa decisione -, con il fine di tutelarli in un contesto eccezionale come quello che ci troviamo ad affrontare».

Unieuro assicura i suoi dipendenti in caso di Coronavirus

Una scelta opportuna, nonostante i punti vendita della catena di elettronica siano chiusi in ottemperanza delle decisioni prese dal governo italiano. «Tra le prime in Italia a muoversi in tal senso, l’azienda ha sottoscritto un accordo in favore dei 5.000 dipendenti di Unieuro S.p.A, Carini Retail S.r.l. e Monclick S.r.l. e attivato una specifica polizza salute che prevede un’indennità in caso di ricovero causato da infezione Covid-19, un’indennità da convalescenza e un pacchetto di assistenza post degenza per gestire il recupero della salute insieme a tutti gli aspetti famigliari e pratici della vita quotidiana».

Le misure prese finora dall’azienda

Unieuro, la cui sede legale è a Forlì (in Emilia-Romagna), sottolinea che «sin dall’insorgere dell’emergenza sanitaria Covid-19, si è attivata con proattività per adottare le misure necessarie a contenere la diffusione del contagio, in virtù della volontà e dell’esigenza di proteggere la salute dei clienti e dei propri collaboratori».

(foto di copertina: da sito ufficiale Unieuro.it)