Torino, i ragazzi che crearono il caos in Piazza San Carlo sono stati condannati

di Gaia Mellone | 17/05/2019

Erika Pioletti
  • L'incidente avvenne in Piazza San Carlo a Torino il 3 giugno, la sera della finale Real Madrid - Juventus

  • La folla ad un certo punto impazzì dopo che qualcuno aveva utilizzato uno spray urticante

  • I 4 ragazzi sono stati condannati a 10 anni di prigione

Spruzzando lo spray urticante nella folla trasformarono Piazza San Carlo a Torino in un caos. La “banda dello sprqy” che causò la tragedia del 3 giugno 2017 durante la finale finale di Champions League Real Madrid – Juventus, è stata condannata.

Torino, i ragazzi che crearono il caos in Piazza San Carlo sono stati condannati

I giovanissimi ragazzi di origine marocchini sono stati condannati per omicidio preterintenzionale, lesioni, rapina e furto e sconteranno poco più di 10 anni nel carcere. I pubblici ministeri avevano chiesto per loro una pena di poco superiore ai 14 anni. A conclusione del rito abbreviato, il cup ha deciso di condannare a  10 anni, 4 mesi e 20 giorni di reclusione Sohaib Bouimadaghen, soprannominato all’interno della banda “Budino”, a Hamza Belghazi e a Mohammed Machmachi, di rispettivamente 21, 20 e 21 anni. Diversa la pena inflitta ad Aymene El Sahibi, 22 anni, che sconterà 10 anni, 3 mesi e 24 giorni poiché considerato autore di un numero di furti minore.

Furono loro a scatenare il panico nella piazza, dove migliaia di persone si erano riunite per seguire sui maxischermo la finale finale di Champions League Real Madrid-Juventus. La diffusione dello spray urticante per agevolare una rapina seminò il caos tra i presenti nella piazza: in quel periodo infatti vi erano stati diversi attentati terroristici in Europa, e inizialmente si pensò proprio ad un attacco di matrice terroristica. Erano invece 4 ragazzi, ma i danni sono stati terribili: 1672 feriti e due donne morte per lesioni, Erika Pioletti, di Domodossola, e la torinese Marisa Amato.

(Credits immagine di copertina: ANSA/FERMO IMMAGINE MEDIASET)

TAG: Torino