Toninelli esulta per la (non) revoca ai Benetton facendo il «Gioca Jouer» | VIDEO

15/07/2020 di Enzo Boldi

Toninelli esulta

C’è una domanda che riecheggia nell’aere perso dopo la notizia dell’accordo tra Governo e Aspi che (non) revoca le concessioni autostradali: ma gli esponenti del Movimento 5 Stelle hanno letto (e, soprattutto capito) cosa accadrà da oggi in poi? Perché se è vero che la partecipazione del gruppo guidato dalla famiglia Benetton si ridurrà fino al 10% (non avendo più il controllo di maggioranza), non è reale dire che, al momento, le sono state tolte le concessioni. Nonostante questa evidenza, c’è chi come Vito Crimi ringrazia Toninelli per il suo ruolo di primo piano avuto in questa soluzione. E lo stesso Toninelli esulta come nel «Gioca Jouer»

LEGGI ANCHE > Ma davvero abbiamo fatto «Ciao, ciao Benetton» come ci dicono quelli del M5S?

Stamattina si era partiti dalla card social pentastellata che recitava: «Bye Bye Benetton». Una narrazione sintetica dei fatti forzata, che sembra non tenere conto di quanto descritto poco fa: Aspi non uscirà totalmente dalla gestione delle autostrade italiane, ma – e servirà un po’ di tempo affinché tutto entri a regime – sarà un socio di minoranza rispetto alla Cassa Depositi e Prestiti. Insomma, un bye bye un po’ sprovveduto.

Toninelli esulta per la (non) revoca delle concessioni

Poi è arrivato l’ex ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti – lo stesso che non era a conoscenza delle lettera del Mit sull’affidamento ad Aspi del nuovo Ponte di Genova dopo la sua ricostruzione – che ha pubblicato un video sui social. Ecco le immagini di Toninelli esulta.

Crimi ringrazia Toninelli

E dopo la card social e il video di Toninelli che esulta, sempre su Facebook arriva il post di Vito Crimi ringrazia Toninelli.

Insomma, secondo il capo politico ad interim del Movimento 5 Stelle, la famiglia Benetton è uscita da Autostrade per lasciar spazio allo Stato. Vero, ma solo in parte dato che la revoca delle concessioni non è avvenuta e la holding Atlantia continuerà ad avere delle quote, seppur di minoranza, fino alla prossima quotazione in borsa.

(foto di copertina: da profilo Facebook di Danilo Toninelli)

Share this article