Azzano, tamponati dopo una lite in discoteca, muore anche il secondo ragazzo

di Gaia Mellone | 05/08/2019

  • Luca Carissimi, 21 anni, e Marco Ferrari, 18, sono morti dopo essere stati tamponati domenica

  • Alla guida della Mini che li ha speronati era Matteo Scapin, 33 anni

  • I tre avevano cominciato a litigare in discoteca

Dopo circa 30 ore di agonia è morto Matteo Ferrari, 18 anni, il secondo ragazzo a bordo della Vespa tamponata domenica mattina ad Azzano. L’amico alla guida, Luca Carissimi, 21 anni, era morto poco dopo l’incidente provocato dal tamponamento da parte di Matteo Scapin, 33 anni, la cui situazione penale ora si aggrava ulteriormente.

Azzano, tamponati dopo una lite in discoteca, muore anche il secondo ragazzo

I tre giovani avevano iniziato a litigare fuori dalla discoteca Setai di Orio al Serio, sembra per un commento fisico fatto da Carissimi alla fidanzata di Scapin. La lite era scoppiata all’interno del locale, e continuata nel parcheggio dopo che gli addetti alla sicurezza li avevano obbligati ad uscire. I responsabili della sicurezza del Setai erano intervenuti anche all’esterno sperando di far chiudere il litigio tra i tre che invece è continuato, concludendosi in tragedia. A bordo della Mini Cooper Matteo Scapin si è dato all’inseguimento di Luca Carissimi e Mattia Ferrari a bordo della Vespa del primo, e dopo circa un km è riuscito a speronarli con violenza, scagliandoli contro il guard rail.  Il primo è morto poco dopo, mentre il secondo è deceduto dopo giorni di agonia: già domenica i medici avevano comunicato ai genitori la condizione di coma irreversibile. Matteo Scapin alla guida della Mini Cooper si era allontanato dal luogo dell’incidente e si era poi consegnato alle autorità dopo alcune ore.

(Credits immagine di copertina: ANSA/FILIPPO VENEZIA)

TAG: Bergamo