Il caso Tam Tam Basket: la squadra esclusa dal campionato perché ha solo giocatori stranieri (ma nati in Italia)

di Enzo Boldi | 08/11/2019

Tam tam basket

Nascere in Italia e non sentirsi italiani per ‘colpa’ di altri. La triste storia di un’integrazione che stenta a decollare per responsabilità politiche arriva da Castel Volturno (in provincia di Caserta) dove i cestisti della Tam Tam Basket non potranno disputare il campionato di Eccellenza nonostante la vittoria nel campionato regionale. Il motivo? Il regolamento prevede un numero massimo di due stranieri per ogni compagine, mentre la rosa di questa squadra è composta solo da stranieri. Il paradosso? Sono tutti nati in Italia, ma da genitori immigrati.

LEGGI ANCHE > I tifosi del Celtic ‘sbeffeggiano’ i laziali esultando a testa in giù

Il lieto fine non è arrivato, nonostante il ricorso presentato dal Tam Tam Basket di Castel Volturno al Tar dopo l’esclusione per via dei regolamenti della Federazione Italiana Pallacanestro (Fip). Secondo le stringenti regole federali, infatti, nella serie Eccellenza possono militare solamente squadre che, all’interno della propria rosa, hanno al massimo due giocatori stranieri. In Italia, vista la resistenza politica allo ius soli o allo ius culturae, se si nasce sul suolo nostrano non si è italiani se i genitori sono stranieri.

La storia del tam Tam Basket di Castel Volturno

Ed è quello che è capitato all’intera squadra del Tam Tam Basket di Castel Volturno che aveva presentato ricorso dopo l’esclusione voluta dalla Fip. Il Tar, però, ha respinto la loro richiesta motivando così: «Non risultando allo stato preclusa alla società ricorrente la partecipazione, e con essa la pratica sportiva di tutti i minori stranieri non aventi la cittadinanza italiana, al diverso campionato Under 16 Gold in cui la società risulta essere regolarmente iscritta». Insomma, richiesta non raccolta perché giocheranno in un altro campionato. Il male minore, insomma.

La sentenza del Tar e il regolamento Fip

Un tema che avevamo affrontato già in passato. Era l’ottobre del 2017 quando la questione venne portata alla luce. Anche all’ora la squadra venne esclusa dal campionato per lo stesso identico motivo: troppi stranieri nella rosa. Sono passati due anni da quel nostro articolo e oltre tre dall’inizio di questa vicenda che, con quanto deciso dal Tar (seppur incolpevole visti i regolamenti) che rappresenta l’ennesimo schiaffo a chi prova – anche attraverso la cultura dello sport – a fare integrazione.

(foto di copertina: da pagina Facebook del Tam Tam Basket di Castel Volturno)