L’avvertimento di Taffo sull’uso smodato di Faceapp

di Gaia Mellone | 16/07/2019

L’applicazione di editing foto FaceApp sta vivendo in questi giorni una seconda ondata di popolarità. Aveva conquistato i fan dei selfie già nel 2017, sopratutto con la possibilità del cambio sesso. Da qualche giorno invece sui social network impazzano le foto invecchiate di amici e celebrities, da Aurora Ramazzotti a Chiara Ferragni e Fedez, fino al calciatore Cristiano Ronaldo. Insomma, forse sta un po’ sfuggendo di mano, e se non credete a noi forse crederete a Taffo.

L’avvertimento di Taffo sull’uso smodato di Faceapp

Taffo ormai si riconferma di volta in volta perfettamente in grado di cavalcare le mode e i tormentoni virali del momento, grazie anche alle campagne curate da Peyote ADV. Una capacità comunicativa sui social da poter competere con quella della birra Ceres, resa ancor più divertente considerando che si tratta di una agenzia di onoranze funebri. Lo ha fatto con la canzone “magari muori” e ritorna adesso con Faceapp, l’applicazione di editing foto che sta vivendo una seconda ondata di popolarità negli ultimi giorni. La funzione preferita dagli utenti sembra essere quella dell’invecchiamento: i selfie pieni di rughe e con i capelli brizzolati ormai spopolano sulle bacheche di tutti, con risultati più o meno credibili. E poi, c’è stato il tweet di Taffo appunto: «Non esagerate con faceapp, che è un attimo», con la foto di una bara. Più invecchiati di così..

TAG: faceapp, Taffo