Steven Adler, batterista dei Guns N’Roses, ricoverato in ospedale per essersi accoltellato

di Gaia Mellone | 28/06/2019

Steven Adler ricoverato in ospedale: si è pugnalato da solo
  • Steven Adler è stato il batterista dei Guns 'n Roses fino al 1990

  • Venne cacciato dalla band per i suoi problemi con la droga

  • È stato ricoverato in ospedale dopo essersi pugnalato allo stomaco

Steven Adler, ex batterista dei Guns ‘n’ Roses, è stato ricoverato in ospedale dopo essersi pugnalato da solo allo stomaco.  È stato trovato ferito nella sua casa a Los Angeles dopo una segnalazione anonima.

Steven Adler, batterista dei Guns N’Roses, ricoverato in ospedale: «Si è pugnalato»

Secondo quanto riportato dal sito TMZ, le forze dell’ordine hanno riportato di aver ricevuto una segnalazione da qualcuno che si trovava nella dimora di Steven Adler. La chiamata, fatta al 911 intorno alle 6:30 di giovedì sera, avvertiva che qualcuno era stato pugnalato. Sembra però che il cantante si sia autoinflitto la ferita allo stomaco, ed è ora ricoverato in ospedale ma le sue condizioni non sono gravi.

Non è ancora noto il motivo per il quale l’ex batterista della rock band possa essersi ferito. Era stato allontanato dai Guns ‘n’ Roses negli anni ’90 per i suoi problemi con la droga. I membri della band infatti avevano deciso di intraprendere un percorso di disintossicazione, al quale Adler non aveva preso parte. Si racconta che Axel Rose lo avesse accusato dell’overdose fatale della fidanzata, e che era talmente dipendente dalla droga da non essere riuscito a registrare le canzoni del suo ultimo album come batterista della band  Use Your Illusion, e che l’unica traccia effettivamente suonata da lui sia Civil War.  Sembrava però essere in buono stato durante una delle sue ultime apparizioni, nel 2002 quando il suo nome venne inserito nel prestigioso museo Rock & Roll Hall of Fame.

(Credits Immagine di copertina: © Lisa O’Connor/ZUMAPRESS.com)