Brusaferro dice che è impossibile che i cittadini si spostino tra regioni con l’elicottero

di Gianmichele Laino | 22/05/2020

spostamenti tra regioni
  • Silvio Brusaferro è intervenuto per chiarire alcuni passaggi sugli spostamenti tra regioni

  • Il contagio simile valutato una volta a settimana non potrà essere una soluzione praticabile

  • "A meno che - scherza - i cittadini non si debbano spostare in elicottero"

In base all’ultima rilevazione dell’Rt, ovvero dell’indice di contagio da coronavirus, fatta eccezione per Lombardia, Umbria e Molise, tutte le regioni avevano una diffusione simile del Covid-19. Questo avrebbe comportato, secondo il ministero della Sanità, che lo spostamento tra regioni a contagio simile potesse avvenire tra territori di tutta Italia, meno che per quelle tre regioni. Per questo l’indicazione della mobilità regionale solo tra regioni con contagio simile a partire dal 3 giugno sembra essere piuttosto complessa da attuare.

LEGGI ANCHE > Gli spostamenti liberi tra regioni dal prossimo 3 giugno

Spostamenti tra regioni, la battuta di Brusaferro che scongiura soluzioni cervellotiche

Ed è per questo motivo che il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro è intervenuto sul tema nel corso della conferenza del venerdì dell’Istituto Superiore di Sanità. Il membro del comitato tecnico-scientifico ha sottolineato come l’ipotesi di uno spostamento selettivo, differente di volta in volta su base settimanale, sia molto difficile da attuare. Anche per i problemi logistici che ciò comporterebbe.

Si pensi alla situazione di Lombardia, Molise e Umbria: visto che solo questi tre territori avevano un contagio simile tra loro, lo spostamento si sarebbe potuto consentire tra queste regioni. Una previsione impossibile, a meno di non attraversare anche altre regioni con un indice di contagio migliore. «Le modalità per gestirli andranno affrontate a mano a mano per capire esattamente come fare questa mobilità regionale. Anche le modalita di movimento: è poco pensabile – ha detto Brusaferro – che le persone si muovano con elicotteri da una Regione all’altra».

Un chiarimento indispensabile, anche perché una regola come quella dello spostamento solo tra regioni a contagio simile aveva già creato qualche malumore. Eppure, il ministero della Salute, così come quello degli Affari Regionali, sembrano ancora ragionare in quest’ottica. Occorrerà aspettare le prossime valutazioni, alla fine della prossima settimana, per capire cosa accadrà a questi spostamenti tra regioni.