The Expanse 3×04 Recensione: Si gioca a carte scoperte

The Expanse esplora l’aspetto prettamente politico della guerra fra Terrestri e marziani. Errinwright è un eccellente manipolatore e il segretario NU un fantoccio perfetto da manovrare. 

Un discorso ben scritto.

Il reverendo Volovodov di certo non è una stupida. Sa come destreggiarsi in ambienti pesantemente politicizzati come possono essere quelli delle NU, dove convivono anime diverse e non sempre conciliabili. Ha credo, perfettamente inquadrato Errinwright come il tipico consigliere ombra che forte della sua posizione dominante rispetto agli altri, muove i fili dell’intera vicenda e soprattutto riesce a far fare a Gillis praticamente tutto quello che vuole.

The Expanse 3×04. Errinwright se la gode…

Il discorso pronunciato proprio da Gillis rende consapevole il Reverendo che non è possibile per lei, così fortemente impegnata nel sociale e nello stare vicino a chi davvero ha bisogno, immergersi totalmente nel fango in cui sguazza Errinwright, non più almeno.
The Expanse 3×04. Se sapesse…

Ma se da un lato Gillis è prigioniero del suo essere pusillanime, Volovodov è una donna prigioniera del senso di giustizia, del senso di equilibrio. Ecco perché l’arrivo del messaggio da parte di Avasarala diventa importante per il resto della storia. Il Reverendo ora può e deve fermare questa guerra inutile. Forse un’altra persona avrebbe lasciato perdere, avrebbe fatto le valigie per correre via da quello schifo, ma The Expanse è scritta maledettamente bene e fin dalla prima scena in cui appare il personaggio del Reverendo, capiamo che che lei non è donna da abbandonare qualcuno. Lei è una lottatrice ma anche una sognatrice e per questo la furba Avasarala sa che quel video è importante proprio perché sa che chi lo riceverà non lo farà passare sotto gamba.

Intanto i Cinturiani zitti zitti…

Che Fred Johnson sia un capo furbo e spietato lo sappiamo bene. L’idea di prendere la gigantesca nave destinata a un pellegrinaggio religioso e riadattarla per la causa Cinturiana, lo dimostra ulteriormente. Se dovessimo dividere lo scenario di forze in campo, probabilmente i cinturiani sarebbero in forte svantaggio tecnologico e tattico.

The Expanse 3×04.

Ma sono ormai anni che Terrestri e Marziani li considerano solo massa lavoro da inviare nelle miniere del sistema solare e della cintura degli asteroidi. Ora vogliono contare di più e possedere la protomolecola è stato un po’ come dargli la bomba atomica. Strategicamente, il fatto di possederla li mette quasi alla pari con le altre potenze.
The Expanse 3×04. Io mentre penso a Errinwright.

 
La Nauvoo non è che l’inizio di un piano sicuramente geniale di Johnson che non vuole perdersi la possibilità di avere per sé e per i Cinturiani, la fetta di potere che verrà fuori da questa guerra, perché nei suoi pensieri c’è la possibilità di sedersi come pari alle prossime trattative di pace.

La nave internazionale.

La Ronzinante è un microcosmo fantastico. Fin dalla prima stagione ci convivono Terrestri, Cinturiani, Marziani. Adesso questo concetto viene in qualche modo ampliato fino a toccare la complessa strategia legata alla guerra, legata a eventi che, partendo dalla navicella, possono mutare le sorti della guerra o addirittura fermarla. Non è dunque un caso che proprio da qui parte il messaggio da Avasarala, da qui è partita la protomolecola in mano ai Cinturiani.

The Expanse 3×04.

Il salvataggio di 3 Marziani porta un ulteriore coinvolgimento dei nostri protagonisti verso la guerra. Ormai non se ne può fare a meno, malgrado Holden cerchi in ogni modo di tenersi alla larga. Ma Avasarala sa come si usano le parole e sa sempre cogliere i caratteri delle persone. Così Holden decide che il bene supremo, la possibilità di fermare le morti, la protomolecola e tutto quello che ne consegue, va oltre la sua neutralità.
Holden invia il messaggio a Volovodov e fa tornare sani e salvi i marziani alla loro flotta. Ora l’obiettivo di tutti è Io. Ma se per gli altri la luna di Giove è la chiave per vincere la guerra, per Holden e il suo team è un tentativo estremo di salvare la piccola Mei dalla sperimentazione di Strickland.
The Expanse 3×04. Tu zitto…

Non immaginano nemmeno l’orrore che li attende. Purtroppo o per fortuna se tifate per Mao ed Errinwright, la protomolecola ha trovato un equilibrio, ma il risultato è quello di un essere assetato di conoscenza, un bambino dai poteri immensi che non esita a sezionare pezzo per pezzo un corpo al fine di comprenderne la natura, esattamente come ha fatto con l’astronave in esplorazione su Venere.
The Expanse 3×04. Piccoli problemi di convivenza.

Al di là della macabra scena, il concetto è che difficilmente una forma aliena così evoluta potrà essere contenuta a lungo o usata per scopi bellici. Risulta anche chiaro che chi avrà per le mani la giusta tecnologia e il giusto mix per ricrearne di nuovi è avvantaggiato in modo straordinario. Gli scenari di questa guerra sono nelle mani di un ragazzino, ma non scordiamoci che anche Venere, il luogo nel quale la protomolecola si è insediata, potrebbe portare grosse novità.
The Expanse 3×04. Tutte le strade portano a Mao.

Ciò che è certo finora è che tutti, sia per interessi personali che per interessi pubblici, si troveranno presto davanti a decisioni che potrebbero mutare l’intero sistema di forze del sistema solare. La corsa verso le posizioni di predominio sono iniziate e nessuno può sentirsi escluso.

Una brutta notizia per i fan di The Expanse.

Stavo scrivendo la solita frase : “Passo e chiudo” con cui finisco le mie recensioni e apprendo che The Expanse è stata cancellata da SyFy. Una decisione presa in sostanza per questioni di introiti, ma la serie TV ha un ottimo ritorno internazionale (quello su cui SyFy non ha voce) ed è probabile che si tenti di proporre la season 4 a media come Netflix (che lo distribuisce nel mondo), Hulu, Amazon. Staremo a vedere. Mi spiace chiudere con questa bad news.
Seguite Talky Series per essere sempre aggiornati sulle vostre serie TV preferite.
Passo e chiudo.

 

Share this article