Maurizio Costanzo intervista Enrico Papi: “Io solo Mike Bongiorno ho visto così bravo a condurre quiz.”

Domenica sera, vi è stata un’altra puntata del programma “S’è fatta notte”, dove Maurizio Costanzo ha intervistato il celebre conduttore Enrico Papi e il campione di motocross freestyle Vanni Oddera.

S’è fatta notte è un programma in onda tutti i martedì in seconda serata su Rai 1 con la conduzione di Maurizio Costanzo,  ambientato in un finto bar all’ora di chiusura, con luci soffuse. Il cameriere, interpretato da Enrico Vaime, sta riordinando quando arrivano dei clienti, ovvero Maurizio Costanzo e l’ospite di turno.
Ecco qui riportata l’intervista fatta da Maurizio Costanzo a Enrico Papi, fatta di stima e ammirazione reciproca.
Maurizio Costanzo:

“Buonasera, ben trovati e grazie di essere sempre così numerosi. Saluto alla mia sinistra, con molto piacere Enrico Papi che è in onda dal lunedì al venerdi alle 20:30 su Tv8 con Guess my age – indovina l’età e devo dire che è veramente molto bravo”.

Enrico Papi:

“Grazie mille e buonasera!”

Maurizio Costanzo, parlando di bullismo:

“Il bullismo e il bullismo via social sono dei problemi molto importanti. Bisogna affrontare questo argomento con i propri figli, con i propri nipoti perché il bullismo è pericolosissimo.”

Vanni Oddera:

“Il bullismo è una cosa da meschini, da persone piccole: chi fa bullismo è proprio piccolo.”

Enrico Papi:

“Deve passare il concetto che chi è bullo, che pensa di essere figo, invece è uno sfigato.

Vanni Oddera:

“Il bullo è un perdente da grande. Se te sei bullo, diventi un perdente da grande e non vali niente.”

Maurizio Costanzo:

“Enrico: parliamo di te. Io te l’ho detto che sei bravo e mi complimento perché io solo Mike Bongiorno ho visto bravo come te a condurre quiz: penso a Sarabanda, penso a questo Guess My Age – Indovina l’età. Perché ti funziona così bene condurre i quiz?”

Enrico Papi:

Io quando conduco un quiz, mi metto dalla parte del telespettatore quindi essendo un appassionato di game, di quiz ne ho anche inventati tanti. Mi metto dalla parte del telespettatore e mi chiedo: “cosa amerebbe vedere una persona da casa sul divano?” e quindi mi immedesimo nel chi mi guarda. E poi perché io adoro proprio l’aspetto umano chi di viene a giocare: scoprire le loro storie. I concorrenti devono essere i protagonisti. Poi in base alle loro storie fai in modo che il telespettatore si appassioni: o tifa per il concorrente o gufa contro, come in una partita di calcio.”
“Secondo me il game in televisione non morirà mai perché è una forma di spettacolo molto interattiva con il pubblico”
“Con Sarabanda ho fatto 1500 puntate e oltre per tanti anni poi ci siamo fermati e ho cambiato. Guess My Age – Indovina l’età va molto bene. Questo è stato un esperimento perché questo format mi è stato proposta da Tv8 e ho voluto sperimentare, rimettendomi in gioco su una nuova rete, ripartendo da capo.”
“Poi il programma è andato benissimo, grazie al pubblico.”

Maurizio Costanzo:

“Il programma è andato bene grazie al pubblico ma soprattutto grazie a te che intelligentemente ti sei voluto rimettere in gioco.”

Enrico Papi:

“Ci si dovrebbe sempre rimettere in gioco. Ci sono dei momenti in cui capisci di avere tutto e ti vuoi rimettere in discussione.”

Maurizio Costanzo, Vanni Oddera ed Enrico Papi

Per ulteriori news su Maurizio Costanzo, segui le nostre pagine facebook:
https://www.facebook.com/Anticipazioni-Gossip-e-News-224624537731000/?fref=ts
https://www.facebook.com/talkylife/?fref=ts

Share this article