Napoli: arrestati due fratelli per l’agguato alla piccola Noemi

di Enzo Boldi | 10/05/2019

È stato catturato e arrestato l’uomo ritenuto il presunto responsabile della sparatoria a Napoli di venerdì scorso. Nell’agguato sono rimasti feriti la piccola Noemi – bambina di quattro anni che si trovava in zona in compagnia della nonna – e il pregiudicato Salvatore Nurcaro, vero obiettivo del sicario che ha agito in pieno giorno in piazza Nazionale.

LEGGI ANCHE > Sparatoria a Napoli, il killer scavalca due volte il corpo della bambina ferita | VIDEO

Nel frattempo dall’ospedale Santobono fanno sapere che le condizioni della piccola Noemi, ferita da un proiettile nel corso della sparatoria a Napoli, hanno registrato un lieve miglioramento. I polmoni della bambina di quattro anni hanno ripreso una leggera attività e si spera che questo sia il primo passo verso una ripresa completa della giovanissima vittima di un criminale senza scrupolo.

L’arrestato per la sparatoria a Napoli si chiama Armando Del Re

Si chiama Armando Del Re l’uomo che è  stato arrestato con l’accusa di essere colui che ha sparato venerdì scorso in Piazza Nazionale a Napoli ferendo gravemente la piccola Noemi. Insieme ad Armando del Re, ritenuto l’esecutore materiale del delitto di Napoli, è stato fermato anche il fratello Antonio. A catturarli sono stati i Carabinieri, ma nelle ricerche e nella caccia all’uomo, coordinata dalla Procura di Napoli, sono state impegnate tutte le forze di polizia. Ora le indagini si sono spostate sulla presenza di un presunto complice del sicario.

Le parole di Morra

«Sono sollevato dall’arresto dell’uomo che ha sparato, ferendo gravemente Noemi. Ed anche di chi gli ha dato protezione. Un sentimento ringraziamento per il lavoro svolto dalle forze dell’ordine e dalla procura di Napoli che hanno lavorato duramente – ha detto Nicola Morra, presidente della commissione Antimafia -. Ora emergeranno anche i motivi di questo gesto – conclude – che rimane di una gravità inaudita perché dimostra un senso di impunità che deve essere combattuto senza tregua».

E arriva anche il plauso di Matteo Salvini alle Forze dell’Ordine: «Complimenti a forze dell’ordine, inquirenti e magistratura per la cattura del delinquente che ha sparato alla piccola Noemi. Nessuna tregua contro camorristi e criminali, lo Stato e i napoletani vinceranno la sfida. Lo stato risponde con i fatti e non con le parole».

[FOTO: il fermo immagine del video della sparatoria in cui è stata coinvolta la piccola Noemi]

TAG: Napoli