Secondo Report, 480mila euro della Lega sarebbero passati da una barista

di Redazione | 10/06/2019

soldi Lega
  • Report va in onda con un servizio sui soldi della Lega

  • La puntata parla di 480mila euro transitati da una società con a capo una barista

  • La trasmissione andrà in onda su Raitre alle 21.20 del 10 giugno

La trasmissione di Raitre Report ha deciso di chiudere la stagione con il botto. Questa sera, infatti, andrà in onda un servizio sui soldi della Lega. Nel mirino del team di Sigfrido Ranucci ci sarebbero almeno 480mila euro di fondi pubblici – partiti direttamente dai rimborsi elettorali del gruppo del Senato – transitati per altre vie e arrivati, stando a quanto riportato dalla trasmissione, parzialmente nelle disponibilità del team di comunicazione del partito del ministro dell’Interno Matteo Salvini.

LEGGI ANCHE > Gad Lerner replica a Salvini: «La Rai è di tutti e non solo di chi la pensa come lui» | VIDEO

Soldi Lega, la puntata di Report che parla di 480mila euro

La storia, raccontata da Luca Chianca e Alessia Marzi, risale addirittura al maggio 2018, qualche mese dopo le trionfanti elezioni del 4 marzo 2018. In quella data, una società appena costituita, la Vadolive, avrebbe ricevuto 480mila euro direttamente dal gruppo della Lega al Senato. Questa società, a quanto pare, sarebbe stata registrata a nome della cognata del direttore amministrativo del gruppo parlamentare della Camera, che di professione faceva la barista.

Le operazioni con i soldi Lega investigate da Report

Una nota di colore, senza dubbio, che di per sé non costituisce alcun tipo di reato. Tuttavia, la vicenda – stando a quanto riportato da Report – metterebbe in luce i meccanismi attraverso i quali alcuni fondi pubblici venivano gestiti dal Carroccio. Questi 480mila euro servivano alla Vadolive per diffondere le attività del gruppo al senato della Lega sui social network. Tuttavia, questo contratto è rimasto in essere per pochi mesi. Nel frattempo, una parte della cifra – circa 87mila euro – sarebbe stata girata allo staff di Matteo Salvini. A quel tempo si stava già preparando la transizione al governo, con l’esecutivo a firma Lega e Movimento 5 Stelle. Successivamente, lo staff del ministro dell’Interno sarebbe entrato a far parte dei lavoratori del Viminale. La domanda che Report si pone è: per quale motivo c’era bisogno di quella cifra?

Il capitolo dei 480mila euro, in ogni caso, rappresenta soltanto una parte del lungo reportage della trasmissione del servizio pubblico, che ha analizzato anche movimenti avvenuti in passato. La puntata andrà in onda lunedì 10 giugno alle ore 21.20 su Raitre.

La replica del tesoriere Centemero

«La solita narrativa fatta di omissioni, imprecisioni e pure invenzioni, salvo poi specificare che probabilmente è tutto legale», ha detto il tesoriere della Lega Centemero annunciando una querela nei confronti della trasmissione Report. La procura di Genova, però, starebbe indagando dopo quanto andato in onda su Rai3.

FOTO: ANSA/ALESSANDRO DI MEO

TAG: Lega