L’imponente servizio d’ordine che è stato messo su per il ritorno di Salvini a Mondragone

di Federico Pallone | 03/07/2020

Salvini
  • Dopo le contestazioni dello scorso 29 giugno, Matteo Salvini torna a Mondragone

  • Decine di agenti e macchine della polizia presidiano la zona

Matteo Salvini torna a Mondragone, in provincia di Caserta. Appuntamento in piazza Mario Liberato Conte. Il leader leghista incontrerà, tra gli altri, alcuni rappresentanti delle realtà produttive del territorio e in particolare allevatori, agricoltori, balneari, albergatori. Presente anche il segretario regionale della Lega in Campania, Nicola Molteni. «Tra pochissimo sarò a Mondragone per incontrare, tra gli altri, alcuni rappresentanti delle realtà produttive del territorio e in particolare allevatori, agricoltori, balneari, albergatori. La città non può essere ricordata solo per lotte tra bande», aveva detto in mattinata Matteo Salvini a Radio Radicale e poi scritto anche su Twitter attraverso un post.

LEGGI ANCHE –> Le proteste di Mondragone impediscono al leader della Lega di parlare

Quello di Salvini a Mondragone si tratta di un blitz a sorpresa, dopo le contestazioni dello scorso 29 giugno durante il comizio organizzato dal segretario della Lega nel comune campano colpito da un focolaio di Covid-19. Infatti, nella zona rossa dei palazzi ex Cirio, sono stati individuati circa 70 contagi.

Imponente il servizio d’ordine che è stato messo su a Mondragone per il ritorno di Salvini. Per evitare che si verifichino nuove tensioni (come quella che ha portato al ferimento di un manifestante lo scorso 29 giugno), sono decine le volanti di polizia e carabinieri che sono presenti in strada, oltre a numerosi agenti che presidiano le zone dove passerà il leader della Lega.