Serie A, Ulivieri: «Rischia lo stop». E su Mancini: «Doveva eliminare quella vignetta»

Renzo Ulivieri intervistato a Radio Capital

23/10/2020 di Federico Pallone

«Quando ho letto quel post, mi ha infastidito. Una vignetta che doveva essere subito eliminata». È quanto ha detto Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione nazionale Allenatori, a ‘The Breakfast Club’ su Radio Capital. «Non penso che Mancini volesse schierarsi con i negazionisti. Io credo che l’informazione stia facendo il suo lavoro per allertare i cittadini. Quella vignetta però io l’avrei tolta dai social, invece è ancora lì. Spero che la toglierà», ha detto Ulivieri.

LEGGI ANCHE –> Roberto Mancini si scusa per la vignetta sul Covid-19 condivisa sui suoi social

Ma cosa è successo? Riavvolgiamo il nastro. Il ct italiano Roberto Mancini ha pubblicato sul proprio profilo Instagram una vignetta che raffigura una conversazione tra un’operatrice

sanitaria e un malato in un letto di ospedale. «Hai idea di come ti sei ammalato? Guardando i tg». Un post che sui social ha ricevuto diverse critiche. Il commissario tecnico della Nazionale, in occasione della partita di Bergamo contro l’Olanda, aveva espresso tutto il suo dolore per le vittime del Covid e la propria solidarietà alla città lombarda. Insieme a Vialli e Oriali, si era anche recato al Cimitero Monumentale di Bergamo, osservando un momento di raccoglimento e di preghiera e deponendo due corone di fiori in ricordo delle vittime della pandemia di questi mesi. «Credo sia stato un momento molto toccante, abbiamo salutato persone che non ci sono più e che hanno fatto la storia di Bergamo e dei paesi vicini, sicuramente un momento emozionante», aveva commentato poi nel giorno della partita.

In seguito alle critiche ricevute, Mancini ha pubblicato un post su Twitter: «Ho soltanto condiviso una vignetta che mi è sembrata sdrammatizzare un momento così complicato. Tutto qui. Non c’era alcun messaggio sottinteso e nessuna intenzione di mancare di rispetto ai malati e alle vittime di covid-19, se così fosse me ne scuso».

E sulla Serie A, Renzo Ulivieri a Radio Capital ha detto: «C’è il rischio che il campionato si fermi, stiamo navigando a vista. Il calcio è lavoro, ed è business. Fermare questa azienda potrebbe essere un problema. Il calcio va avanti per un discorso economico? Non penso sia un problema se fosse così. Le altre aziende invece perché vogliono andare avanti se non per il business?».

Share this article
window._taboola = window._taboola || []; _taboola.push({ mode: 'thumbnails-b', container: 'taboola-below-article-thumbnails', placement: 'Below Article Thumbnails', target_type: 'mix' }); -->