Seattle, un adolescente morto e uno in gravi condizioni dopo una sparatoria contro i manifestanti del Black Lives Matter

di Redazione | 30/06/2020

Seattle

Un ragazzo di 16 anni è morto subito dopo essere stato raggiunto da un colpo di arma da fuoco, uno di 14 anni è ancora ricoverato in gravi condizioni presso l’Harborview Medical Center di Seattle. È questo il tragico bilancio di una sparatoria che è avvenuta in un’area occupata dai manifestanti del CHOP (Capitol Hill Organized Protest), collegata al movimento del Black Lives Matter.

LEGGI ANCHE > Come la polizia di New York investe con le auto i manifestanti che stanno protestando per la morte di George Floyd

Seattle, morto un adolescente manifestante: altro coetaneo in condizioni disperate

La polizia di Seattle è stata contattata intorno alle 3 di notte di lunedì 29 giugno, quando alcune persone presenti hanno richiesto l’intervento di una volante a causa di un conflitto a fuoco che si era verificato nell’area che da diverse settimane è stata ormai occupata dai manifestanti che lottano contro il razzismo e contro le azioni violente nei confronti degli afroamericani.

I due adolescenti si trovavano all’interno di una Jeep Cherokee che, attualmente, è al centro delle indagini degli inquirenti. Questi ultimi stanno cercando di risalire all’identità della persona o delle persone che hanno esploso i colpi d’arma da fuoco, sia per assicurarli alla giustizia, sia per comprendere se effettivamente il gesto criminoso sia stato collegato in qualche modo alle proteste del Balck Lives Matter.

Alcune scene sarebbero state immortalate dalle telecamere della videosorveglianza che si trovavano proprio nella zona occupata dai manifestanti del CHOP: anche questo materiale è al vaglio degli inquirenti, per cercare di capire come risalire all’identità degli assalitori.

L’escalation di violenza negli Stati Uniti sembra non arrestarsi: già qualche giorno fa, il 20 giugno, un altro giovanissimo manifestante – Lorenzo Anderson, 19 anni – è stato ucciso da una sparatoria nell’area delle proteste della metropoli americana.

TAG: Seattle