Spray urticante nelle scuole, un nuovo caso nel cremonese

di Enzo Boldi | 10/12/2018

Soncino
  • A Soncino un nuovo episodio di utilizzo immotivato di spray urticante

  • L'episodio è accaduto in un Istituto professionale della provincia di Cremona

  • Sette ragazzi sono rimasti intossicati, ma non sono in gravi condizioni

Si moltiplicano gli allarmi da uso ingiustificato di spray urticante nelle scuole italiane. Dopo il caso di questa mattina a Pavia, un altro episodio è stato denunciato a Soncino, in provincia di Cremona. All’interno di una scuola professionale di via Francesco Galantino, sarebbe stato spruzzato dello spray al peperoncino prima del termine delle lezioni. L’Areu Lombardia (L’Agenzia regionale emergenza Urgenza) ha riferito che cinque studenti sono stati ricoverati per i sintomi di un malessere dovuti all’inalazione della sostanza urticante. Per loro fortuna sono tutti stati condotti in ospedale in codice verde

L’episodio è avvenuto intorno alle ore 13, quando una ventina di studenti di un’istituto professionale di Soncino hanno denunciato i segni di malessere dovuti all’inalazione dello spray urticante: difficoltà respiratorie e infiammazione delle mucose nasali e degli occhi. I medici del 118 sono prontamente intervenuti nella scuola, prestando soccorso agli studenti e procedendo per il ricovero di sette di loro, non in gravi condizioni.

Soncino, la bravata di una ragazza di 14 anni

I Carabinieri, giunti nell’istituto di Soncino, hanno raccolto le testimonianze degli studenti presenti nell’aula e sarebbe già stata accertata la responsabilità di una persona. Si tratterebbe di una studentessa di 14 anni (iscritta al primo anno della scuola superiore) che, mentre mostrava a una sua amica la sua bomboletta con lo spray al peperoncino, avrebbe «inavvertitamente» premuto il dito sull’erogatore, provocando la fuoriuscita del liquido urticante.

La tragedia di Corinaldo non ha insegnato nulla

Il tutto a 48 ore dalla tragedia di Corinaldo (in provincia di Ancona) dove l’utilizzo di una bomboletta con lo spray urticante ha provocato il panico nella folla radunata a un dj-set di Sfera Ebbasta che ha poi portato alla morte di cinque adolescenti e una donna. E questa mattina, in una scuola di Pavia, altre 20 persone sono rimaste intossicate dopo che qualcuno ha utilizzato lo spray al peperoncino durante una lezione.