Schumacher, un’infermiera di Parigi rivela: «È cosciente»

di Redazione | 11/09/2019

Schumacher cosciente
  • Michael Schumacher è ricoverato in clinica a Parigi

  • Secondo un'infermiera, sarebbe cosciente

  • La rivelazione del quotidiano Le Parisien

La sensazione è che, dall’ospedale di Parigi dove attualmente è ricoverato per ricevere una cura top secret, usciranno molte informazioni sullo stato di salute di Michael Schumacher, il campione del mondo di Formula Uno che, dopo un incidente sugli sci, è andato in coma. Dal 2013, quando si verificò il tragico episodio a Méribel, non si hanno notizie dettagliate sullo stato di salute del pilota. Nessuno sa davvero quali siano le sue condizioni di salute, anche se la sua cerchia di amici più stretta si è recato a fargli visita. Nonostante ciò, non trapela nulla che possa essere scritto sui giornali.

LEGGI ANCHE > Jean Todt: «Ho visto il Gran Premio con Michael Schumacher. Lui continua a lottare»

Schumacher cosciente, l’informazione da Parigi

Da ieri, tuttavia, si stanno susseguendo voci in merito al ricovero di Michael Schumacher nella clinica parigina, il centro europeo Georges-Pompidou, dove opera un luminare delle cellule staminali, Philippe Ménasché, 69 anni. Le ipotesi riguardano una particolare operazione alla quale il pilota dovrebbe sottoporsi che potrebbe aiutarlo nel suo percorso riabilitativo.

Anche, perché, a quanto pare, Michael Schumacher è cosciente. Lo avrebbe rivelato un’infermiera dell’ospedale al quotidiano Le Parsien, che pubblica questa dichiarazione strappata con le unghie: «Sì, Schumacher è nel mio reparto. E posso assicurarti che è cosciente».

Schumacher cosciente, la visita di Jean Todt

Nella giornata di ieri, si è registrata anche la visita di Jean Todt, che è durata circa 45 minuti. L’ex responsabile della Ferrari (proprio nel periodo in cui Schumacher era un pilota del cavallino rampante) e attuale presidente della FIA è andato via senza rilasciare dichiarazioni. Sulla presenza di Schumacher nell’ospedale parigino si stanno diffondendo le teorie più diverse. Ovviamente, un aspetto importante è che il pilota non vuole darsi per vinto e sta provando le tecniche della medicina più avanzata per poter provare ad avere una vita normale nei limiti del possibile.

Credit Image: © Bildbyran via ZUMA Press)