La sobrietà con cui Salvini bacia un santino che gli passa la folla nel corso dell’emergenza sanitaria | VIDEO

di Enzo Boldi | 14/06/2020

Salvini bacia santini
  • Grandi assembramenti in città per la visita del leader della Lega sabato pomeriggio

  • Matteo Salvini bacia santini in piazza a Reggio Calabria

  • Cosa che, ovviamente, non si può fare in questo periodo di emergenza sanitaria

«Io non faccio passerelle, io lavoro», disse qualche giorno fa Matteo Salvini criticando – e annunciando la sua non partecipazione – gli Stati Generali convocati da Giuseppe Conte a Villa Pamphilj. E il suo ‘lavoro’ è proseguito rotolando verso Sud (come cantavano i Negrita) per un suo ritorno nelle piazze, a contatto con la gente. E sabato è stata la volta di Reggio Calabria dove l’arrivo del leader della Lega ha provocato gli ormai inevitabili assembramenti. E non solo. Matteo Salvini bacia santini e li restituisce ai suoi fan accorsi in strada per un selfie con lui.

LEGGI ANCHE > L’imbarazzante domanda di Salvini a Floris: «Posso, mentre parlo con una signora, abbassarmi la mascherina? No?»

Nelle immagini che arrivano da Reggio Calabria si vede il leader della Lega in strada, mentre una grande folla di cittadini si accalca per avvicinarsi a Matteo Salvini. Anche solo per farsi un selfie con lui, come testimoniato dalle stesse immagini condivise sui suoi canali social.

Salvini bacia santini a Reggio Calabria

A un certo punto, mentre il segretario del Carroccio passa tra la folla, un cittadino gli passa un santino. Lui lo guarda, si cala la mascherina e dà un bacio a quell’immagine sacra, prima di restituirla al legittimo proprietario.

La nuova frontiere delle passerelle

E qui ritorna in auge quella sua uscita fuori luogo a Di Martedì, quando Giovanni Floris ricordò al leader della Lega che non è consentito togliersi la mascherina per farsi un selfie e/o parlare con le persone in piazza, come invece accaduto tra via del Corso e piazza del Popolo a Roma martedì 2 maggio. E Matteo Salvini bacia santini rispose stupito da questa regola, come se non ne fosse a conoscenza. Così come, forse, non sa che porre le labbra su un oggetto – in questo caso un’immagine sacra – e porgerlo a un’altra persona è fortemente vietato per via dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo da mesi.

(foto di copertina e video: da Twitter)