Salvini a Pescara: «Nessuna paura a lasciare le nostre poltrone»

di Gianmichele Laino | 08/08/2019

Salvini a Pescara

Il comizio è iniziato con diversi minuti di ritardo, visto che era previsto alle 21.30. Ma alla fine, Matteo Salvini a Pescara è arrivato e ha parlato in piazza Primo Maggio. E lancia subito l’attacco al Movimento 5 Stelle: «Noi non siamo legati alle nostre poltrone, nonostante i sette ministri che abbiamo. E se per mettere in atto un governo del fare dobbiamo metterli in discussione, pazienza: noi vogliamo le opere e la giustizia rapida. Siamo il partito del fare».

Salvini a Pescara, le parole da piazza Primo Maggio

L’inizio del comizio è per la nave Open Arms, che ha chiesto di entrare in acque italiane. Matteo Salvini ha affermato che fino a poco prima dell’inizio del comizio è stato in contatto con il Viminale per opporre il proprio diniego all’ingresso dell’imbarcazione della ong nei porti italiani. Poi la stoccata a Danilo Toninelli: «Non abbiamo bisogno di ministri che bloccano le opere pubbliche». E quella al resto del M5S che in Europa ha scelto Ursula Von der Leyen per la presidenza della Commissione

Poi, per quanto riguarda il resto dell’intervento, Matteo Salvini sfoggia il solito repertorio da dare in pasto alle folle. Stesso refrain, ma con uno sfondo diverso.

Di fatto, Matteo Salvini oggi ha aperto la crisi di governo, affermando – alla presenza del presidente del Consiglio Giuseppe Conte – che questa maggioranza non esiste più e che bisogna recarsi al più presto in parlamento per formalizzare la crisi. I deputati e i senatori saranno ora convocati, interrompendo le ferie di agosto. Ma la prospettiva di una elezione entro il 13 ottobre sembra ancora molto remota, visti i tempi tecnici necessari per organizzare la chiamata alle urne.

Già ieri, nell’altro comizio del Salvini Beach Tour a Sabaudia, Matteo Salvini aveva fatto capire che c’era qualcosa che non andava nel governo. Oggi, nella seconda tappa (dopo ben quattro annullate) del suo giro tra le spiagge italiane, Matteo Salvini certifica quanto anticipato ieri e quanto affermato nel pomeriggio dopo l’incontro a Palazzo Chigi.

(Foto di Matteo Salvini a Pescara – dalla diretta Facebook della sua pagina ufficiale)