Il salto da record di Larissa Iapichino: ma per la figlia di Fiona May «è solo un gioco»

di Federico Pallone | 17/07/2020

Larissa Iapichino
  • Un regalo anticipato di compleanno

  • Larissa Iapichino, 18 anni da compiere domani, salta a 6,80

  • Meglio di lei solo mamma Fiona May

Larissa Iapichino (quasi) meglio di mamma Fiona May. La saltatrice in lungo dell’Atletica Firenze Marathon, 18 anni da compiere domani, vola a 6,80 in occasione della nona edizione del ‘Meeting Città di Savona-Memorial Giulio Ottolia’ e diventa la seconda italiana di sempre a raggiungere tale misura. Meglio di lei, nella storia del salto in lungo in Italia, soltanto la mamma Fiona May, due ori mondiali, due argenti olimpici, 7,11 in carriera. La misura, oltre a rappresentare il primato italiano under 20, la colloca poi a un centimetro dalla migliore al mondo nelle fresche liste del 2020, ovvero la svedese Kaddi Sagnia (6,81).

LEGGI ANCHE –> Larissa come mamma Fiona: è oro nel salto in lungo agli Europei U20 a 17 anni

https://www.facebook.com/fidal.it/videos/283359926082256/

«Sono contenta ma ci sono ancora tante cose da mettere a posto. Però come dicono tutti sono ancora una bambina con tanto da imparare, ogni gara è una lezione. Dove voglio arrivare? Sono molto scaramantica e quindi non lo dico. Questo è un bel regalo anticipato di compleanno, sabato festeggerò i miei 18 anni», ha detto Larissa Iapichino dopo aver saltato 6,80 nel lungo nel meeting savonese, piazzandosi alla spalle di mamma Fiona May, leggenda dell’atletica azzurra e primatista italiana. «Io penso a divertirmi e anche quando sarò più grande vorrò vivere sempre l’atletica come un gioco, sempre comunque con serietà e impegno», ha ammesso Larissa Iapichino. «Da mamma Fiona May ho preso sicuramente grinta e determinazione, mentre a livello caratteriale sono più simile a mio padre (l’ex astista Gianni Iapichino), una giocherellona», ha concluso Larissa Iapichino.

Guccione (assessore allo sport): «Orgogliosi di Larissa Iapichino»

«Un vanto per Firenze. Siamo orgogliosi di Larissa, un’atleta giovanissima che gareggia con straordinaria passione e con un’umiltà di esempio per tutti». È quanto ha detto l’assessore allo sport Cosimo Guccione, commentando la prestazione di Larissa Iapichino, capace di volare a 6,80 metri al meeting di Savona. «È bello vedere che lo sport che si rinnova continua ad alimentarsi anche del suo glorioso passato. Di centimetro in centimetro Larissa sta conquistando traguardi importanti. È un’atleta naturale, potenzialmente una campionessa. Con un’umiltà eccezionale. Salto in lungo vuol dire passione, impegno, sacrifici. Larissa è giovanissima ma affronta tutto questo con serietà, impegno, determinazione e sacrifici. E divertendosi, senza mai aver perso il sorriso».