Ragazze allontanate dal bar a Roma perché si stavano baciando, il gestore: «Nessuna discriminazione, stavano esagerando»

di Gaia Mellone | 25/08/2019

Roma, ragazze si baciano nel bar e il gestore le fa allontanare
  • Due ragazze sono state fatte uscire dal bar "la grotta azzurra di Roma" dopo essersi baciate

  • Il gestore si scusa ma chiarisce che lo avrebbe fatto anche con una coppia etero

  • Il Gay Center chiede la verifica della licenza

Una coppia di ragazze, una di 19 anni e l’altra di 24 anni, sono state invitate dal gestore del bar in cui si trovavano a Carpineto Romano in provincia di Roma a lasciare il locale immediatamente. La loro colpa? essersi scambiate un bacio, ma secondo il gestore «stavano esagerando».

LEGGI ANCHE > Uk, ancora aggressioni alimentate dall’omofobia: stavolta la vittima ha solo 18 anni

Ragazze allontanate dal bar a Roma perché si stavano baciando, il gestore: «Nessuna discriminazione, stavano esagerando»

Stando alla ricostruzione delle due ragazze, il bacio che si erano scambiate all’interno del bar La Grotta Azzurra di Carpineto Romano era assolutamente innocente, di quelli a stampo. Ma la versione del proprietario del bar, che si è scusato su Facebook), è diversa. L’uomo infatti ha scritto che «non era mia intenzione offendere o discriminare, alcuno», e che infatti si sarebbe comportato allo stesso modo «con una coppia etero perché penso che atteggiamenti simili sono poco adatti in un locale pubblico». Le due ragazze, sempre secondo la versione del gestore de La Grotta Azzurra, non si sarebbero limitate ad un bacio, ma si sarebbero scambiate effusioni esplicite e toccamenti.

In merito ai fatti avvenuti ieri sera, mi scuso con tutti coloro che si sono sentiti offesi. Non era mia intenzione…

Gepostet von Grotta Azzurra am Freitag, 23. August 2019

L’allontanamento delle due ragazze è stato definito inaccettabile dal Gay Center, che ha contattato le giovani per farsi raccontare la loro versione, ben più casta, di quanto accaduto. Le ha sentite privatamente, dato che le giovani  non vogliono esporsi per via del piccolo paese in cui vivono, dopo aver ricevuto alcune segnalazioni, e chiede ora al comune di Carpineto Romano «di verificare ed eventualmente ritirare la licenza al bar» in modo da dare «un chiaro segnale contro l’omofobia e le discriminazioni».

 

(Credits immagine di copertina: Photo by Cecilie Johnsen on Unsplash)