I risultati delle Elezioni Regionali in Sardegna, spoglio a rilento: male il M5S, centrodestra saldamente al comando

di Redazione | 25/02/2019

Sardegna
  • Ecco i risultati delle Elezioni Regionali in Sardegna: dagli exit poll centrodestra avanti sul centrosinistra

  • Male il Movimento 5 Stelle, sotto il 20%

  • Alle 22 affluenza al 53,75%, in crescita rispetto a cinque anni fa

Centrodestra con la coalizione della Lega avanti, centrosinistra dietro. Male il M5S. È quanto dicono i primi dati sulle Elezioni Regionali in Sardegna. Stando ai primi risultati scrutinati, con circa 600 sezioni scrutinate su 1840 totali, il candidato del centrodestra Christian Solinas avanti con il 47,42% dei voti. Staccato Massimo Zedda, al 33,40%. Malissimo il Movimento 5 Stelle che al momento viaggia attorno all’11,5%.

Gli exit pool sulla consultazione effettuati per la Rai da Opinio Italia si sono dimostrati ancora una volta poco attendibili: attribuivano al candidato presidente Christin Solinas un consenso compreso tra il 36,5 e il 40,5% mentre alle liste a suo sostegno (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Udc ed altri) andrebbero tra il 43 al 47% dei voti.

 

 

risultati elezioni regionali sardegna
(Foto da archivio Ansa: i sette candidati governatori per le Elezioni Regionali in Sardegna, da sinistra in alto, in senso orario: Andrea Murgia, Christian Solinas, Francesco Desogus, Massimo Zedda, Mauro Pili, Paolo Maminchedda e Vindice Lecis)

Risultati Elezioni Regionali in Sardegna, gli exit poll: centrodestra avanti

Massimo Zedda, in corsa per il centrosinistra, sempre secondo gli exit poll, era attestato tra il 35 e il 39% delle preferenze con le liste che lo appoggiano (Pd e altri) ferme tra il 27 e il 31%. Per quanto concerne il Movimento 5 Stelle poi, il candidato governatore Francesco Desogus oscillava tra il 13,5 e il 17,5% dei consensi, con la lista dei pentastellati tra il 14,5 e il 18,5%, un risultato molto più basso di quanto ottenuto in Sardegna alle Politiche del 4 marzo 2018: il 42,5%. Gli exit poll hanno dato anche indicazioni sui partiti con il Pd segnalato tra il 13 e il 17%, la Lega di Matteo Salvini tra il 12 e il 16%, Forza Italia tra il 6 e il 10% e Fratelli D’Italia tra il 2 e il 5%.

 

 

Lo spoglio a rilento

I dati reali delle Elezioni Regionali in Sardegna arrivano a rilento. I numeri su voti di preferenza su candidati governatore, liste e circa 1500 aspiranti consiglieri, stando a quanto comunicato dalla Regione, arriveranno aggregati, con una modalità predefinita. I Comuni che hanno da una a 10 sezioni forniranno il dato ad operazioni ultimate, al 100% dello scrutinio. I Comuni tra 11 e 30 sezioni forniranno i risultati al 50% dello spoglio. I Comuni più grandi invece quando si arriverà al 25% dello scrutinio.

I dati definitivi dell’affluenza

Infine, il risultato definitivo dell’affluenza, in crescita di un punto e mezzo rispetto alle precedenti Regionali. Alle 22, alla chiusura dei seggi, si è recato ai seggi il 53,77% degli aventi diritto. Gli iscritti alle liste elettorali erano 1.470.401 nelle 8 circoscrizioni dell’isola: Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari, Medio Campidano, Carbonia Iglesias, Ogliastra, Olbia Tempio. Hanno votato 790.709 persone, 396.459 uomini e 394.250 donne. Nel 2014, alla stessa ora, era andato alle urne il 52,28% dei cittadini aventi diritto. Sono stati 1.470.404 i sardi chiamati al voto nelle otto circoscrizioni dell’isola.

 

risultati elezioni regionali sardegna
(Immagine: i dati dell’affluenza alle Elezioni Regionali in Sardegna. Fonte: Regione.sardegna.it)

 

(Immagine di copertina da video Rai: gli exit poll di Opinio)