La meravigliosa risposta della Pecora elettrica: «Anche se so’ pecora sappiate/che co’ ‘ste cose nun me spaventate»

di Redazione | 06/11/2019

risposta Pecora Elettrica

Una poesia di Marazico, il progetto di ‘Osteria poetica’ che è partito da lontano e che è sbarcato sui social network (a base di «Specialità romane. Schiaffoni, sorrisi amari e lacrime dolci. Vino della casa, senza pretese ma sincero. Tutto gratis») è la risposta che la libreria La Pecora Elettrica ha voluto dare alle persone che, per la seconda volta in otto mesi, hanno voluto dare fuoco al locale nel cuore di Centocelle.

LEGGI ANCHE > E sul social network russo VK spunta il messaggio inquietante sull’incendio alla Pecora Elettrica

Risposta Pecora Elettrica con una poesia di Marazico

I proprietari della libreria, senza fare troppo scalpore e lasciando che la rete parlasse per loro (con i tanti messaggi di solidarietà, alternati anche a qualche altro post decisamente inquietante sui social network russi), hanno voluto affiggere davanti al locale nuovamente eroso dalle fiamme questa poesia in versi romaneschi:

Se ‘n’artra vorta ho ripijato foco
nun è pe’ ‘n incidente, né pe’ ‘n gioco.
È che ce sta ‘na mano criminale
che me detesta e me vo’ fa’ der male.

Qui dove vivo io, a Centocelle,
ce stanno cose brutte e cose belle.
Le cose brutte fanno assai rumore,
l’impunità le fa’ senti’ potenti.
Le cose belle vivono d’amore,
so’ miti, silenziose e so’ pazienti.

Ce vora’ tempo. Forse qualche mese.
E nun escludo pure altre sorprese.

Ma anche se so’ pecora, sappiate,
che co’ ‘ste cose nun me spaventate.
Me riempirò de libri e de cultura:
è quello che a voialtri fa paura.

Marazico – ©

La scelta dei proprietari della Pecora Elettrica

Marazico è solito commentare i fatti del giorno con i suoi versi. I titolari della Pecora Elettrica hanno notato la poesia scritta sui social network qualche ora fa, l’hanno stampata e l’hanno sistemata sulle pareti esterne del locale. Un piccolo gesto per promettere ai clienti di sempre e non solo che la libreria non ha nessuna intenzione di arrendersi. Ma che ha voglia di andare avanti: «Me riempirò de libri e de cultura: è quello che a voialtri fa paura».