Cosa dice la circolare del 2 ottobre della Lega di A sul rinvio delle partite per Covid

Nel testo compare una frase che, vista la dinamica di quanto accaduto a Napoli, dovrebbe portare al differimento della partita contro la Juventus

04/10/2020 di Enzo Boldi

Rinvio Juventus-Napoli

A otto ore e 45 minuti dal fischio di inizio del posticipo di Serie A, ancora si vive nella nebbia. Per il momento, infatti, non è arrivata nessuna notizia ufficiale in merito al rinvio Juventus-Napoli dopo le tre comunicazioni (due della Asl e una della Regione) che hanno – di fatto – impedito ai calciatori partenopei di partire in direzione Torino. I calciatori (quasi tutti, a esclusione di Meret e Milik) sono stati posti in isolamento fiduciario dopo il caso di positività del centrocampista polacco Piotr Zielinski. Ed è qui che si inserisce la circolare emanata il 2 ottobre scorso (due giorni fa) dalla Lega di A.

LEGGI ANCHE > Mancini non convoca i calciatori del Napoli, ma la Serie A non rinvia il match con la Juve

Nel documento, che si può leggere integralmente sulla pagina ad hoc del sito della Lega Serie A, vengono fornite le linee guida dei comportamenti da seguire dalle varie società in caso di positività di uno o più calciatori che fanno parte del gruppo squadra. Si cita il Regolamento Uefa (quello che dispone la disputa delle partite se si hanno in rosa almeno 13 calciatori, di cui almeno un portiere, risultati non contagiati) e le norme per poter chiedere il rinvio di un match in caso di contagio all’interno del centro sportivo. Ma c’è un aspetto che rappresenta il punto focale della vicenda sul rinvio Juventus-Napoli.

Rinvio Juventus-Napoli, cosa dice la circolare della Lega di A del 2 ottobre

Due giorni fa, dunque, dopo il caso Genoa la Lega di Serie A ha disposto le sue linee guida. E in questa circolare c’è un aspetto fondamentale: le regole disposte sono valide «fatti salvi eventuali provvedimenti delle Autorità Statali o locali, nonché della Federazione Italiana Giuoco Calcio». In sintesi, dunque, se la Asl Napoli 1 e la Regione Campania (trattandosi di autorità locali) hanno disposto l’isolamento fiduciario per quasi la totalità della rosa partenopea, appare evidente come questa regola non possa portare ad altro se non al rinvio Juventus-Napoli.

Il Napoli resta in isolamento

Nel frattempo i calciatori del Napoli rimarranno in isolamento (così come richiesto dalla Asl) e non partirà per Torino. Si parla di rischio 3-0 a tavolino, ma quella circolare recentissima (due giorni fa) della Lega di Serie A sembra dar ragione al club partenopeo.

(foto di copertina: da profilo Instagram SSC Napoli + Comunicato stampa Lega di A del 2 ottobre 2020)

Share this article