Da Zangrillo a Bassetti, i dieci scienziati che dicono che in Italia ormai il ricovero per coronavirus è raro

di Redazione | 23/06/2020

ricovero da coronavirus

Si tratta di un documento, intitolato Sars-Cov-2 in Italia oggi e Covid-19, che analizza il ricovero da coronavirus in Italia allo stato attuale della situazione. È stato firmato da 10 scienziati che, in questi mesi di emergenza, hanno avuto ruoli attivi nella gestione dell’epidemia e soprattutto della pressione sugli ospedali in generale e sulle terapie intensive in modo particolare. Tra i firmatari, c’è anche Alberto Zangrillo, il primario del San Raffaele di Milano che aveva dichiarato alla trasmissione Mezz’ora in più di Lucia Annunziata che il coronavirus ormai era clinicamente sparito.

LEGGI ANCHE > Zangrillo rilancia: «Locatelli sconcertato? Mi dispiace, ma io riporto la realtà dei fatti»

Ricovero da coronavirus in Italia sempre più basso

Ma tra i nominativi in calce al documento c’è anche Matteo Bassetti dell’ospedale di Genova, Giuseppe Remuzzi dell’Istituto Mario Negri, ma anche Arnaldo Caruso, Massimo Clementi, Luciano Gattinoni, Donato Greco, Luca Lorini, Giorgio Palù e Roberto Rigoli. Si tratta di una nutrita pattuglia di scienziati che da tempo sta cercando di attirare l’attenzione sull’evoluzione del quadro clinico da coronavirus in Italia, affermando che la malattia non ha più la stessa forza di qualche mese fa.

La prova di questo elemento, secondo gli scienziati, è data dal fatto che ormai i ricoverati a causa del coronavirus nel nostro Paese stanno scendendo sempre di più. Al contrario, i nuovi positivi presentano una carica virale molto bassa e nella maggior parte dei casi sono asintomatici. Su questi ultimi, inoltre, si concentra la seconda parte del documento.

Ricovero da coronavirus e asintomatici

I dieci scienziati autori di Sars-Cov-2 in Italia oggi e Covid-19 affermano che è ancora in corso di verifica da parte della comunità scientifica la reale capacità di paucisintomatici e di asintomatici di trasmettere il virus. Su questo tema, nei giorni scorsi, c’era stato un dibattito molto acceso con l’Oms che, in un primo momento, aveva giudicato molto raro il contagio dagli asintomatici, salvo poi fare marcia indietro. Approfittando di questo difetto di chiarezza, i dieci scienziati autori del documento hanno evidenziato le contraddizioni sul tema.