«Renzi in Qatar per vendere la Roma all’emiro»

di Enzo Boldi | 01/07/2019

Renzi
  • La Verità pubblica altre intercettazioni tra Luca Palamara e Luca Lotti

  • Spunta il ruolo di Matteo Renzi nel tentativo di cedere la As Roma agli emiri del Qatar

  • Poi si parla anche di Francesca Verdini che teneva informato l'ex ministro sulle intenzioni della Lega

Oltre ai rilievi penali che avranno i colloqui fitti e continui tra Luca Palamara e Luca Lotti – sui quali si pronuncerà la magistratura al termine delle indagini -, dalle intercettazioni tra i due emergono anche fattori collaterali che raccontano di realtà parallele al caos toghe. Lo stralcio dei dialoghi pubblicati oggi sul quotidiano di Belpietro, La Verità, ha fatto emergere altre due questioni: la prima riguarda il ruolo di Matteo Renzi nel tentativo di cessione della As Roma agli emiri; la seconda il ruolo di Francesca Verdini (fidanzata di Matteo Salvini) che avvisava l’ex ministro di tutte le intenzioni della Lega.

LEGGI ANCHE > Giovanni Malagò e le mancate Olimpiadi a Roma: «Trattammo con dei bambini»

Partiamo dalla questione giallorossa e del ruolo dell’ex Premier in un’eventuale tentativo di vendita del club di James Pallotta ai ricchissimi qatarioti. «Lo sai che mi ha detto Luca Lotti – si legge nell’intercettazione di Luca Palamara con la moglie, riportata da La Verità -. Che sta facendo da intermediario per far comprare al Qatar la Roma». In un altro passaggio, addirittura, si parla di Renzi coinvolto in prima persona nelle trattative – anche se sarebbe più corretto parlare di manifestazione di interesse – con gli emiri che, però, volevano alcune garanzie sullo Stadio della Roma.

Renzi trattava con gli emiri per cedere la Roma

«Matteo era a Doha – ha detto Luca Lotti parlando con Palamara – ha detto ‘oh io la compro la Roma’ c’era scritto ‘io la compro davvero la Roma, ma lo stadio si fa o no? E Matteo gli ha risposto: ‘Guardi vediamoci a Parigi con Luca la settimana prossima.’ oh Luca lo stadio non gli si può garantire! Non siamo in grado di garantire lo stadio. Il problema dello stadio si chiama Franco Caltagirone che è contro questa operazione». Il terzo Luca di cui si parla, secondo La Verità, è Parnasi, il costruttore proprietario dei terreni di Tor di Valle dove dovrebbe sorgere il nuovo impianto giallorosso.

Francesca Verdini e le rivelazioni sulle intenzioni di Salvini

Il secondo aspetto delle intercettazioni rese pubbliche oggi – che non sono oggetto di indagine, per il momento – riguarda la fidanzata di Matteo Salvini. Lotti avrebbe detto a Palamara che Francesca Verdini lo teneva informato di tutte le intenzioni della Lega a livello elettorale: «Se supera il 35% fa cadere il governo». Una sorta di informatrice, come se ce ne fosse il bisogno data la mediaticità del personaggio, che teneva tutti informa

(foto di copertina: ANSA/MAURIZIO DEGL’ INNOCENTI)