Renzi a ‘In mezz’ora’ dice che il Pd sta facendo la guerra al Matteo sbagliato

di Enzo Boldi | 06/10/2019

Renzi
  • Il presidente di Italia Viva cita Jessica Rabbit: "Non sono cattivo, mi disegnano così"

  • Matteo Renzi, ospite di Lucia Annunziata, replica ad Andrea Orlando

  • E sottolinea come il Pd se la stia prendendo con il Matteo sbagliato

Non dividete ciò che Salvini unisce. Sembra esser questa la sintesi delle parole pronunciate da Matteo Renzi nel corso della sua intervista con Lucia Annunziata a In mezz’ora, su Rai3. Il neo-fondatore di Italia Viva, figlia della scissione all’interno del Partito Democratico, ha voluto rispondere alle accuse di Andrea Orlando che ha paragonato le sue continue dichiarazioni su Iva e cuneo fiscale al pari di quelle che rilascia Matteo Salvini, o che ha pronunciato il leader della Lega durante la calda estate del Papeete Beach di Milano Marittima.

LEGGI ANCHE > Enrico Letta dice che Conte e Zingaretti devono fare un patto con Renzi, altrimenti il governo non arriva a mangiare il panettone

«Stanno facendola guerra a me e non a Salvini, fanno la guerra al Matteo sbagliato – ha detto Renzi rispondendo alle domande di Lucia Annunziata -. Io e Salvini non siamo la stessa cosa, Orlando non l’ha capito. Quello che non capisco è che io combatto contro Salvini, e Orlando combatte contro di me». Insomma, i motivi della scissione all’interno del Partito Democratico sono come i nodi che negli ultimi giorni (per chi non se ne fosse accorto già in passato) stanno arrivando al pettine.

Renzi replica a Orlando

E lo scontro prosegue anche qualche minuto dopo, quando Matteo Renzi decide di calcare la mano dopo le critiche piovutegli addosso negli ultimi giorni: «Orlando dovrebbe almeno conoscere uno dei due posti e siccome la Leopolda non la conosce spero sia andato almeno al Papete a rilassarsi». Stracci che volano all’interno di uno spogliatoio che fingeva di essere unito, ma che non lo è mai stato.

Il futuro di Italia Viva dopo l’addio al Pd

E lo stesso ex presidente del Consiglio – criticato sabato anche da Giuseppe Conte – ha spiegato che queste critiche contro di lui siano l’esatto emblema dei motivi che lo hanno spinto a dire addio al Partito Democratico per cercare una nuova strada che avrà il via ufficiale alla Leopolda che si terrà a Firenze a metà ottobre. E, alla fine, Renzi ha anche citato Jessica Rabbit: «Non sono cattivo, mi disegnano così, ho rinunciato a essere simpatico».

(foto di copertina: da diretta video In mezz’ora, su Rai3)