Guerra (Oms): «A Napoli sciagurati, vi ricordo quanto ci è costata Atalanta-Valencia»

di Gianmichele Laino | 18/06/2020

Ranieri Guerra

Lo sguardo preoccupato di Ranieri Guerra, membro del board dell’Oms, sui festeggiamenti dei tifosi del Napoli per le strade della città dopo la vittoria della Coppa Italia nella sfida contro la Juventus. Non è ancora tempo di caroselli, eventi pubblici e assembramenti. Se gli stadi sono chiusi al pubblico un motivo ci sarà. Per questo, ai microfoni di Agorà, il rappresentante dell’Oms ha censurato duramente i comportamenti di chi, ieri, si è riversato in strada senza mascherina e non rispettando il distanziamento sociale.

LEGGI ANCHE > L’inviato Rai a Napoli: «Sono saltate le norme, quindi chiuderei qui il collegamento»

Ranieri Guerra sugli assembramenti a Napoli: «Le immagini fanno molto male»

«Sciagurati, il problema è tutto lì: in questo momento non ce lo possiamo permettere. Per fortuna è successo in Campania dove governatore della regione e sindaco di Napoli hanno messo in piedi delle misure di controllo piuttosto rigide che hanno ridotto l’incidenza del virus. Però vi ricordo che in altri luoghi – ha detto Guerra – ha contato tantissimo, ad esempio, la famosa partita di Champions tra Atalanta e Valencia all’inizio della distribuzione del virus in Lombardia. Non vorrei che riprendessimo proprio nel momento in cui il Cts ha accolto le richieste della Lega Calcio sul contagio dei calciatori per permettere un regolare svolgimento delle manifestazioni sportive, principi comunque contrari a quello che dice la scienza».

Il commento finale, insomma, è tranchant sulle immagini che arrivano da Napoli: «Vedere queste scene – ha detto Ranieri Guerra – fa molto male».

(Immagini dalla trasmissione Agorà del 18 giugno 2020)

TAG: Oms