Come Postalmarket vuole diventare l’Amazon italiano

di Redazione | 13/06/2020

Postalmarket

Ritorna Postalmarket. Con una ambizione tutta nuova. Il famoso catalogo per la vendita via posta che aveva fatto fortuna negli anni Sessanta e che aveva dovuto affrontare un fallimento nel 2015, è pronto a ritornare. Non verrà posizionato nelle cassette della posta, ma sarà tutto online. Un sistema che, nelle intenzioni dell’impresa che si occuperà del rilancio, porterà Postalmarket a diventare il nuovo Amazon italiano.

LEGGI ANCHE > Che fine hanno fatto i cataloghi anni ’90?

Postalmarket torna, sarà online e farà concorrenza ad Amazon

Stefano Bortolussi è l’imprenditore friulano che ha acquisito il marchio nel 2018. Lo farà diventare una vera e propria startup, che punterà fortemente sull’e-commerce e che punterà a essere la risposta che il nostro Paese, con un marchio riconoscibile e storico, vuole dare al settore che, attualmente, è dominato dal colosso di Jeff Bezos.

«Il nostro modello di business è differente dal precedente – ha detto Bortolussi – ma contiamo anche in un remake del catalogo. Sono milioni le persone che si ricordano di Postalmarket e dunque che sono nostri potenziali clienti». E in effetti, la notizia della rinascita di Postalmarket ha avuto una diffusione virale sui social network. In tanti ne stanno parlando e l’hashtag è finito in tendenza su Twitter già nelle prime ore del 13 giugno, dopo che – nella tarda serata di ieri – Repubblica ha rilanciato la notizia.

L’ennesimo segnale che c’è tutta una fetta di Paese – quella a cui, non a caso, puntano diversi politici nostrani – che sembra avere nostalgia delle decadi precedenti al nuovo millennio. Postalmarket potrà anche essere l’ennesimo concorrente di Amazon. Ma sarà sempre circondato da quel fascino ormai antico, da quella brand identity che lo contraddistinguerà in ogni sua futura mossa. L’operazione è lanciata, pronta a finire sul mercato nel mese di dicembre, in tempo per gli acquisti natalizi. Bortolussi cerca delle startup che possano fungere da partner per questa sua nuova impresa.

TAG: Amazon