Napoli, per la prima volta in 100 anni un uomo è evaso dal carcere di Poggioreale

di Gaia Mellone | 26/08/2019

Poggioreale
  • Per la prima volta in 100 un detenuto è riuscito ad evadere dal carcere di Poggioreale a Napoli

  • Si tratta di Robert Lisowski, 32enne polacco arrestato per omicidio nel dicembre 2018

  • La Questura rilascia dettagli e descrizione: «Chiunque lo veda lo segnali, è pericoloso»

Per la prima volta nei 100 anni di storia del carcere di Poggioreale a Napoli, un detenuto è riuscito ad evadere. L’uomo è un 32enne polacco arrestato per omicidio, e la Questura ha fatto sapere che «è molto pericoloso» invitando chiunque lo avvisti a segnalarlo alle forze dell’ordine al più presto.

Napoli, per la prima volta in 100 anni un uomo è evaso dal carcere di Poggioreale

La Polizia è impegnata nella ricerca del primo evaso dal carcere di Poggioreale dal 1919. È infatti la prima volta che il tentativo di evasione giunge a compimento. A riuscirci, scavalcando il muro di cinta dal lato di via Francesco Lauria servendosi di una fune, è stato Robert Lisowski, che venne arrestato nel dicembre 2018 dalla Squadra Mobile di Napoli per l‘omicidio di Iurii Busuiok, un muratore incensurato di 36 anni di origine ucraina., Lisowski venne individuato a cinque giorni di distanza dal ritrovamento del corpo della vittima, che riportava segni di coltellate sulla gola e sul torace.

La Questura  di Napoli ha diramato un comunicato in cui spiega che l’uomo «è da considerarsi pericoloso» e invita chiunque lo avvistasse di «contattare subito i numeri di emergenza e soccorso pubblico». Robert Lisowski è alto circa 1,80 m, ha una corporatura magra, capelli radi color castano chiaro e la carnagione chiara. Secondo quanto fatto sapere dalla Questura al momento dell’evasione aveva la barba e camminava zoppicando.

(credits immagine di copertina: ANSA)