Il governo come ‘Pinocchio’: il nuovo murale di Tv Boy a Roma

di Enzo Boldi | 22/03/2019

Pinocchio Tv Boy
  • Nella notte sono comparsi tre murales a Roma, tutti firmati dall'artista Tv Boy

  • Il primo è dedicato a Conte, Di Maio e Salvini che diventano Pinocchio, il gatto e la volpe

  • Poi altri due: uno per la censura di Virginia Raggi, l'altro per gli abusi della Chiesa sui minori

Luigi Di Maio e Matteo Salvini tornano a essere protagonisti di un murale firmato Tv Boy. L’artista palermitano, che ormai vive da anni a Barcellona, nella notte ha disegnato sui muri di Roma, nei pressi di vicolo della Torretta, a pochi metri dall’ingresso di Montecitorio e Palazzo Chigi, il governo in versione Collodi. Presente anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nelle vesti del protagonista Pinocchio, mentre i leader di Movimento 5 Stelle e Lega sono diventati, rispettivamente, il gatto e la volpe.

Nella rappresentazione di Tv Boy, dunque, il premier è il burattino (‘citando’ la dichiarazione del capogruppo dei Liberaldemocratici, Guy Verhofstadt, lo scorso 12 febbraio al Parlamento Europeo) Pinocchio finito nelle mani del Gatto e la Volpe, Di Maio e Salvini, pronti a sfruttare la sua ingenuità. L’Italia, quindi, diventa il Paese dei Balocchi di cui Giuseppe Conte è stato spinto a diventare sindaco da parte dei due vicepremier.

 

Il governo di Pinocchio

La spiegazione dell’opera arriva direttamente dallo stesso Tv Boy che ha lasciato una didascalia, con tanto di qr-code, in cui motiva il senso di questo suo nuovo murale. «L’opera fa riferimento alle pesanti critiche ricevute da Conte da parte del capogruppo dei Liberaldemocratici, Guy Verhofstadt, che lo scorso 12 febbraio, a Strasburgo, lo definì un burattino nelle mani di Salvini e Di Maio». Proprio questi ultimi due sono già stati protagonisti di una sua affissione, sempre a Roma, in quel famoso murale che li ritraeva mentre si baciavano. Il disegno, all’epoca, fu prontamente rimosso e ora anche il ‘Pinocchio’ rischia di fare la stessa fine.

Il murale contro Virginia Raggi

«Chissà quanto durerò, in realtà non è nemmeno chiaro chi abbia dato l’ordine di cancellare quello dell’anno scorso – spiega l’artista – e chi è intelligente lo gira a proprio vantaggio. Salvini di quel bacio gay disse ‘non mi piace, ho altri gusti’, scherzandoci su. La Raggi non so se è spiritosa o permalosa: vedremo, in ogni caso la inviterò alla mia mostra». E proprio la sindaca di Roma è protagonista di un altro murale di Tv Boy comparso sui muri della capitale nella notte. Si chiama «L’arte è per sempre» e mostra la prima cittadina intenta a cancellare i murales di protesta in giro per la capitale.

 

La terza opera: ‘Stop Abuse’

Poi un terzo murale affisso in vicolo degli Osti e dedicato al problema della pedofilia in Vaticano. Si chiama ‘Stop Abuse’ e mostra un bambino sulle spalle di Papa Francesco che, con la sua bomboletta spray di colore rosso, scrive sul muro per fermare gli abusi.

 

 

(foto di copertina: da profilo Twitter Tv Boy)

TAG: Tv Boy