L’iniziativa di Poste Italiane e Carabinieri, che portano la pensione direttamente a casa

06/04/2020 di Ilaria Roncone

L’iniziativa congiunta di Poste e Carabinieri permetterà a una platea di 23 mila pensionati dai 75 anni in su di ricevere la pensione in contanti direttamente a casa per mano delle forze dell’ordine. L’idea nasce per evitare gli spostamenti degli anziani, la categoria più debole, che nel periodo di riscossione delle pensioni si riversano tutti negli uffici postali correndo, in questo periodo, rischi inutili. Lo scopo è anche quello di «tutelare i soggetti beneficiari dalla commissione di reati a loro danno, quali, truffe, rapine e scippi».

LEGGI ANCHE >>> Terapia intensiva e Covid-19: perché l’Italia è andata in crisi?

Pensioni over 75 direttamente a casa in contanti e a costo zero

Il nuovo servizio lanciato da Poste e Arma permette a «tutti i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali» e «che riscuotono normalmente la pensione in contanti» di «chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri». Il servizio di assistenza sarà quindi gratuito e direttamente a domicilio. C’è un unica limitazione del servizio, che non comprenderà quegli anziani che «abbiano già delegato altri soggetti alla riscossione, abbiano un libretto o un conto postale o che vivano con familiari o comunque questi siano dimoranti nelle vicinanze della loro abitazione». Il servizio, quindi, sarà reso agli anziani che non possono avere assistenza, in questo senso, da membri della famiglia che abitano nelle vicinanze.

 

Pensioni a domicilio, come funziona il servizio

I pensionati over 75 che si trovano nelle condizioni previste per usufruire del servizio possono fare richiesta tramite «il numero verde 800 55 66 70 messo a disposizione da Poste o chiamare la più vicina Stazione dei Carabinieri per richiedere maggiori informazioni». A quel punto i Carabinieri si recheranno presso gli uffici postali per ritirare le indennità pensionistiche e portare direttamente a casa dei beneficiari dopo che questi ultimi avranno «rilasciato un’apposita delega scritta». Il servizio durerà fino a che sarà in vigore lo stato di emergenza Covid-19.

 

(Immagine copertina da Pixabay)

Share this article