Indagati 19 estremisti di destra: stavano per fondare un partito filo-nazista

di Enzo Boldi | 28/11/2019

Partito filo-nazista

Diciannove militanti di estrema destra – con almeno uno di loro già coinvolto in precedenti indagini per legami con la criminalità organizzata – sono finiti nella rete della Digos che ha effettuato perquisizioni in tutta Italia. Secondo l’inchiesta la loro volontà era quella di fondare un partito filo-nazista dal nome ‘Partito Nazionalsocialista Italiano dei Lavoratori’. Nelle abitazioni oggetto delle perquisizioni degli uomini della Digos e del Servizio Antiterrorismo Interno sono state ritrovate armi, libri e bandiere legate a ideologie della destra estrema.

LEGGI ANCHE > Estremisti di destra volevano far saltare in aria una Moschea in provincia di Siena

Secondo le prime notizie, tra i diciannove finiti nel mirino dell’inchiesta Ombre nere – portata avanti dalla Digos di Enna e del Servizio Antiterrorismo Interno ci sarebbe anche un uomo, pluri-pregiudicato in Calabria, legato a un clan della ‘ndrangheta. Nel suo passato, oltre a un ruolo di collaboratore di giustizia, anche quello di referente di Forza Nuova locale.

Partito filo-nazista, 19 indagati in tutta Italia

Per cercare adepti e militanti per il nuovo partito filo-nazista, il gruppo delle 19 persone indagate aveva creato anche una chat Whatsapp denominata ‘Militia’. Lì dentro si procedeva anche all’addestramento dei militanti. E non solo. Il tentativo di fondare il partito Nazionalsocialista italiano dei lavoratori andava anche oltre i confini nostrani, cercando contatti anche con gruppi dell’estrema destra europea e internazionale.

I contatti con l’estrema destra internazionale

Si parla di contatti con organizzazioni di spicco come gli  ‘Aryan Withe Machine – C18’ (gruppo che ha dei riferimenti con i ‘Combattenti di Adolf Hitler’ ed è espressione del circuito neo-nazista Blood & Honour inglese) ed il partito d’estrema destra lusitano ‘Nova Ordem Social’. E, nel tentativo di accreditarsi anche a livello internazionale, avevano partecipato ad alcuni eventi, comizi e raduni in giro per l’Europa.

(foto di copertina: ANSA/POLIZIA DI STATO)

TAG: Fascismo