Ci saranno due partite in chiaro per ogni giornata di Serie A

di Enzo Boldi | 16/06/2020

Partite in chiaro

Il calcio italiano è ripreso la scorsa settimana con le due semifinali di ritorno della Coppa Italia, con l’evento finale che si disputerà domani (mercoledì 17 giugno) allo Stadio Olimpico di Roma con il match tra Napoli e Juventus, rigorosamente a porte chiuse. Poi sarà il turno della Serie A che ricomincerà dal dove eravamo rimasti, con i recuperi della 25esima giornata. E già da sabato e domenica potrebbero arrivare le prime partite in chiaro, disponibili per tutti i non abbonati alle tv satellitari o ai canali streaming a pagamento.

LEGGI ANCHE > Abbiamo scherzato: se un calciatore è positivo, la Serie A non si fermerà

«Siamo a buon punto, ho avuto disponibilità da tutti i soggetti. Se avessi avuto solo quella di Sky e non degli altri ci sarebbero problemi – ha detto il ministro Vincenzo Spadafora ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta -. Dobbiamo trovare delle forme che garantiscano un po’ tutti e offrire le immagini e gli highligts in un tempo minore». Il ministro ha sottolineato come la soluzione dovrebbe arrivare entro 24-48 ore, sottolineando la disponibilità mostrata da tutti gli attori chiamati a un confronto per trovare un accordo sulle partite in chiaro che, secondo Spadafora, saranno «un paio».

Partite in chiaro, l’annuncio di De Siervo

E da quali partite in chiaro si dovrebbe ripartire? E, soprattutto, su quali canali? La risposta l’ha data l’amministratore delegato della Lega di A Luigi De Siervo nel corso della videoconferenza con cui sono state presentate tutte le iniziative legate alla finale di Coppa Italia: «Siamo in via di risoluzione, cerchiamo la modalità. Le strutture tecniche si sono messe al lavoro insieme. Laddove sarà possibile, si parlerà di due partite in chiaro. Una dovrebbe essere Atalanta-Sassuolo (domenica 21 alle 19.30, ndr), l’altra potrebbe essere Verona-Cagliari (sabato 20 alle 21.45, ndr). La prima su Tv8, la seconda sul canale YouTube del broadcaster ufficiale».

(foto di copertina: da Pixabay)

TAG: Serie A