Palma Campania, infastidito dalla musica alta: spara in strada e fa un morto e due feriti

16/06/2019 di Redazione

Non riusciva a dormire a causa della musica troppo alta, l’83enne che abita al piano superiore rispetto a un bar-chalet in via Trieste a Palma Campania. In questo locale, il sabato sera, si riuniscono una serie di giovani clienti e la movida rappresenta un diversivo per trascorrere la serata in compagnia. Ma questo divertimento ha infastidito l’inquilino del palazzo che, in piena notte, è sceso in strada con la sua pistola e ha iniziato a sparare all’impazzata.

Palma Campania, la sparatoria al culmine di una lite per la musica alta

Il bilancio di un sabato sera di sangue a Palma Campania è di un morto e di due feriti. La vittima è il gestore del locale, Giuseppe Di Francesco, 67 anni. La figlia e il genero dell’uomo sono stati raggiunti da alcuni proiettili e ora sono ricoverati in ospedale, la prima in prognosi riservata. La presenza di numerosi avventori ha garantito il rapido intervento dei carabinieri che hanno arrestato l’uomo dopo che aveva già esploso i colpi mortali.

La casa dell’83enne di Palma Campania

La sparatoria è arrivata al culmine di una lite con i gestori del bar chiosco. I carabinieri del comando di Nola hanno subito avviato delle perquisizioni in casa dell’83enne, dove l’uomo si era rifugiato dopo aver esploso i cinque colpi di arma da fuoco contro il titolare del chiosco e i suoi familiari. I carabinieri lo hanno trovato in stato di choc e hanno rinvenuto, all’interno della sua abitazione, una serie di armi automatiche e semiautomatiche, tutte regolarmente registrate. Dopo l’arresto, l’83enne è stato condotto nel carcere di Poggioreale.

[FOTO di via Trieste a Palma Campania, immagine da Google Maps]

Share this article
window._taboola = window._taboola || []; _taboola.push({ mode: 'thumbnails-b', container: 'taboola-below-article-thumbnails', placement: 'Below Article Thumbnails', target_type: 'mix' }); -->