L’arbitro Pairetto dirigerà Inter-Genoa, ma il fratello lavora nella Juventus

di Enzo Boldi | 19/12/2019

Pairetto

Che nel mondo del calcio – per colpa di storie e scandali precedenti – sia un cerino pronto ad accendersi è cosa nota. Se poi il designatore degli arbitri decide di mandare Luca Pairetto ad arbitrare Inter-Genoa, ecco che il malumore arriva a livelli altissimi. La scelta di mandare il figlio di Pierluigi – storico ex direttore di gara ed ex designatore dell’Aia (associazione italiana arbitri) – coinvolto nel caso Calciopoli del 2006 non sembra essere la più azzeccata. Non perché le colpe dei padri devono ricadere sui figli, ma perché il fratello del fischietto della sezione di Nichelino, lavora nella Juventus che condivide la vetta della classifica di Serie A insieme ai nerazzurri.

LEGGI ANCHE > Salvo2410 risponde al Corriere: «La tessera del Bologna grazie a Fini, Barbano mi ha inviato una mail xxxx»

Alberto Pairetto, infatti, fa parte della dirigenza bianconera e ricopre il ruolo di head of stadium revenue. Per dirla in poche parole, è colui che si occupa della politica di prezzi per i posti a sedere all’Allianz Stadium di Torino e coordina le attività economiche legate all’impianto di proprietà dei bianconeri. Nulla di eclatante e di influente a livello tecnico, ma questa scelta da parte dei bianconeri portò a diverse polemiche tempo fa per via dei precedenti di Calciopoli.

La controversa designazione di Pairetto per Inter-Genoa

Dall’altro lato della bilancia c’è Luca Pairetto: 35enne arbitro della sezione di Nichelino (in provincia di Torino) che fa parte della lista C.A.N. A (comitato arbitri nazionale di Serie A) dal 2016. E ora si trova, per la prima volta in carriera, ad arbitrare un’Inter che sta lottando proprio con la Juventus (società con cui lavora suo fratello Alberto) per la vittoria dello Scudetto 2019/2020. Ed è proprio per questo che sui social si sono scatenate le polemiche.

I precedenti con i nerazzurri

L’ultimo capitolo di questa vicenda riguarda i precedenti. Perché se i tifosi nerazzurri sono visibilmente contrariati da questa designazione, i numeri parlano di un’Inter mai perdente con Luca Pairetto direttore di gara. Il bilancio è di tre vittorie (contro Cagliari, Benevento e Frosinone) e un pareggio. Il Genoa, invece, è stato più sfortunato: sei sconfitte, una vittoria e un pari. Ma il timore dei sostenitori nerazzurri è che ora lo scontro al vertice con la Juventus possa portare a una malafede per conflitto d’interessi per via del lavoro del fratello dell’arbitro di Nichelino.

(foto di copertina: Maurizio Borsari/AFLO)