Morto il padre di Meredith Kertcher: era stato ritrovato senza sensi su un marciapiede tre settimane fa

di Redazione | 07/02/2020

padre Meredith

La vicenda è rimasta nascosta fino a questo momento, quando – in un letto di ospedale, tre settimane dopo il suo ritrovamento – il padre Meredith Kertcher, John Meredith, giornalista e collaboratore del Sun e del Daily Mirror, è stato dichiarato morto dai medici dell’ospedale all’interno del quale era ricoverato. Tre settimane fa, vicino la sua abitazione, era stato ritrovato il suo corpo privo di sensi e ricoperto di numerose ferite da taglio. Ancora ignote le cause che hanno portato al suo ferimento prima e alla sua morte successivamente in ospedale.

LEGGI ANCHE > Meredith, per la Cassazione ci sono clamorose omissioni nell’inchiesta

Padre Meredith morto dopo tre settimane di agonia in ospedale

Le circostanze non avrebbero ancora una spiegazione: i vicini hanno dichiarato di non aver visto nulla perché in quella giornata c’era nebbia intorno all’abitazione dei Kertcher. Inoltre, le telecamere di videosorveglianza non hanno aggiunto nulla a quello che era accaduto: si è sempre visto il padre uscire da un negozio, per poi ritrovarlo qualche metro più avanti disteso a terra, privo di sensi. Nei giorni scorsi il padre Meredith non ha assolutamente ricordato nulla in merito all’episodio che, a questo punto, potrebbe essergli costato la vita.

La vicenda personale della famiglia Kertcher era stata segnata dal giallo di Perugia, quando la figlia Meredith è stata trovata uccisa nel 2007. La lunga vicenda giudiziaria che ne è conseguita è nota a tutti: prima l’arresto e l’incarcerazione di Raffaele Sollecito e di Amanda Knox, poi la loro assoluzione. Per quel delitto, l’unico che sta scontando una pena era un amico della vittima, Rudy Guedè, in carcere a Viterbo.