L’Oms omaggia l’Italia: «Ha reagito con forza al Covid-19»

Un videotributo per omaggiare la gestione della pandemia

25/09/2020 di Federico Pallone

L’Oms omaggia l’Italia: «È stato il primo Paese occidentale ad essere stato pesantemente colpito dal Covid-19. Il governo e la comunità, a tutti i livelli, hanno reagito con forza e hanno ribaltato la traiettoria dell’epidemia con una serie di misure basate sulla scienza». È quanto ha scritto l’Oms sul suo profilo Twitter, a corredo di un video che racconta la storia dell’esperienza italiana attraverso testimonianze e immagini di repertorio dei mesi scorsi.

LEGGI ANCHE –> L’Oms insiste sul saluto più sicuro, meglio la mano sul cuore del contatto col gomito

https://twitter.com/WHO/status/1309402310032928769

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha ritwittato il video dell’Oms con la seguente dicitura: «L’Organizzazione mondiale della Sanità rende omaggio all’Italia».

Nel video scorrono le immagini di alcuni spezzoni di interviste fatte a Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Flavia Riccardo, ricercatrice del Dipartimento di Malattie infettive dell’ISS e Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità. Tra le varie immagini relative alla gestione della malattia, vengono mostrati alcuni spezzoni delle conferenze stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e del ministro della Salute Roberto Speranza. Nel video, poi, viene sottolineato come l’Italia stia registrando molti meno contagi rispetto ad altri paesi europei, come ad esempio Spagna e Francia. Chiosa finale con un elogio: «L’Italia ha dimostrato che l’andamento dell’epidemia si poteva ribaltare attraverso l’impegno, la coordinazione e la comunicazione tra governo e comunità, con un sistema sanitario pubblico resiliente e seguendo un approccio basato sulla scienza».

Anche se l’Oms omaggia l’Italia, il ministro della Salute Roberto Speranza invita tutti a non abbassare la guardia: «È ancora dura. I prossimi mesi non saranno facili e servirà l’impegno di tutti. La situazione in Europa è seria e non può essere sottovalutata. I numeri del contagio stanno crescendo costantemente nelle ultime settimane. Nonostante il giudizio positivo del centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), che ha collocato oggi l’Italia tra i paesi a basso rischio, credo che dobbiamo tenere i piedi per terra e continuare ad investire sulla linea della prudenza», ha scritto Speranza in un post pubblicato su Facebook.

Share this article
TAGS