Cosa c’è di positivo e cosa di negativo nei dati sul coronavirus del 22 maggio

di Ilaria Roncone | 22/05/2020

Sono trascorsi ormai 18 giorni dall’inizio della fase 2, il 4 maggio, con ulteriori allentamenti il 28 maggio. La situazione attuale non segna ancora nessun picco della curva epidemiologica e, anche oggi, la situazione rispecchia quella delle scorse giornate. Continua la contrazione del numero di persone ricoverate in terapia intensiva. I numeri coronavirus 22 maggio segnano un numero di persone attualmente positive pari a 59.322. Le persone che ci hanno lasciato oggi sono 130, dati che porta il numero totale dei morti a causa del Covid-19 a 32.616. I Dimessi/Guariti della giornata odierna ammontano a 2.160 individui, numero che va a portare il totale a 136.720. Sono stati effettuati 75.380 tamponi oggi, per un totale di 3.318.778 test dall’inizio dell’epidemia. I nuovi contagiati del 22 maggio ammontano a 652 persone, dato che porta il totale dei casi di coronavirus dall’inizio dell’emergenza nel nostro paese a 228.658 persone.

LEGGI ANCHE >>> Cosa c’è di positivo e cosa di negativo nei dati sul coronavirus del 21 maggio

Numeri coronavirus 22 maggio, cosa c’è di positivo

Anche oggi, come nelle giornate precedenti, continua il calo del numero di pazienti ricoverati in terapia intensiva. Oggi segnaliamo 45  persone in meno nei reparti intensivi degli ospedali italiani. La situazione rispetto a ieri non cambia di molto, quindi, ma con un calo delle persone morte. Oggi, infatti, dopo alcuni giorno sopra la soglia dei 150 morti, si segnano 130 decessi. Le persone attualmente positive scendono sotto i 60 mila. Siamo sostanzialmente ai numeri registrati il 26 marzo, con la differenza che – ad oggi – c’è un drastico calo dei malati più gravi rispetto al picco dell’epidemia.

Numeri coronavirus 22 maggio, cosa c’è di negativo

La maggior parte dei nuovi contagi continua ad essere in Lombardia, anche se si scende sotto il 50% dei nuovi casi. Il tasso grezzo di mortalità del coronavirus è al 14,3% con la maggiore crescita percentuale dei casi rispetto a ieri in Molise (+0,7%), Puglia (+0,6%), Liguria (+0,5%) e Lazio (+0,4%).

(Immagine copertina dal profilo Twitter YouTrend)