Nicchi risponde a Commisso: «Sono gli arbitri a essere disgustati dal suo comportamento»

di Redazione | 03/02/2020

Nicchi
  • Marcello Nicchi è il presidente dell'Aia

  • Ha risposto all'attacco del presidente Rocco Commisso contro l'arbitraggio pro Juventus

  • "Siamo noi a essere disgustati del suo comportamento"

Una risposta irrituale, arrivata dal numero uno dell’Associazione Italiana Arbitri. Marcello Nicchi ha voluto ribattere alle frasi pronunciate dal presidente della Fiorentina Rocco Commisso, all’indomani del match Juventus-Fiorentina e alle conseguenti polemiche sulla direzione di gara che hanno visto tra i protagonisti anche il patron italo-americano. Quest’ultimo si era detto disgustato dal comportamento degli arbitri che, a suo dire, avrebbero favorito la Juventus in alcuni episodi del match, tra cui i due calci di rigore assegnati ai bianconeri.

LEGGI ANCHE > Rizzoli ha ammesso che gli arbitri di Serie A stanno arbitrando male

Nicchi risponde a Commisso dicendosi disgustato a sua volta

Oggi, nel pomeriggio, è stato proprio Marcello Nicchi – numero uno della classe arbitrale in Italia – a dare una risposta al presidente della Fiorentina, rompendo il tradizionale silenzio che da sempre contraddistingue i direttori di gara a ridosso delle partite dei campionati professionistici.

«Commisso? Non l’ho visto. Non ho da esprimere niente e non dobbiamo aggiungere altro. Dico semplicemente che gli arbitri italiani sono, usando un termine di chi l’ha usato, disgustati da questo comportamento». Le parole di Nicchi sono arrivate a margine della premiazione degli allenatori italiani alla cerimonia della Panchina d’Oro.

Diverse sono state le polemiche che si sono diffuse a pioggia dopo queste sue dichiarazioni. Sui social network hanno fatto notare che l’intervento del numero uno dell’Aia sarebbe arrivato soltanto in concomitanza di un attacco portato avanti da un presidente di una squadra di Serie A che si era ribellato a un arbitraggio a favore della Juventus. In poco tempo, l’hashtag #Nicchi è diventato virale. Non mancheranno le conseguenze a queste dichiarazioni: il malumore nei confronti della classe arbitrale italiana è diventato sempre più presente, soprattt

TAG: Serie A