Anche quest’anno il Giornale di Vicenza pubblica il necrologio di Mussolini

di Enzo Boldi | 27/04/2019

Necrologio Mussolini il Giornale di Vicenza
  • Come accade da diversi anni, Il Giornale di Vicenza ha pubblicato un necrologio in memoria di Mussolini

  • Le poche righe, corredate da una foto del duce, sono firmate da alcune associazioni di nostalgici

  • A Ventimiglia, invece, un vescovo ha impedito una messa di suffragio a Mussolini

Domenica 28 aprile sarà il 745esimo anniversario della morte di Benito Mussolini, ucciso insieme assieme a Claretta Petacci a Giulino di Mezzegra, prima che il suo cadavere fosse esposto a Milano in piazzale Loreto. Come accade ormai da anni, molte associazioni e organizzazioni di nostalgici del duce hanno chiesto ad alcuni quotidiani di pubblicare il necrologio sulle pagine dei loro giornali alla vigilia della commemorazione, ma in molti hanno rifiutato. Molti tranne Il Giornale di Vicenza che, anche questa volta, ha deciso di lasciare spazio al ricordo di Mussolini.

E il necrologio datato del 2019 si trova a pagina 63 del quotidiano vicentino, che ha acconsentito, come già fatto in passato, a lasciare un trafiletto dedicato alla memoria del duce in vista dell’anniversario della sua uccisione. Nelle poche righe, si preannuncia un ricordo religioso della morte del dittatore in programma nella giornata di domenica, alle ore 18.15, con la recita del rosario davanti alla chiesa del cimitero Maggiore di Vicenza.

Il Giornale di Vicenza e il necrologio di Mussolini

Si tratta di un’iniziativa che viene presa da anni, nell’anniversario della morte di Benito Mussolini, da parte di alcune associazioni riunite sotto il nome di ‘Continuità Ideale’ Rsi e Famiglie caduti e dispersi della Rsi. Il tutto, anche gli ideali di queste associazioni, sembrano preludere al senso nostalgico rispetto al periodo del regime fascista, quindi il tutto rientrerebbe sotto l’etichetta di ‘apologia’. Nel necrologio, accanto alla data della morte (il 28 aprile 1945), c’è il motto «Sempre nei nostri cuori». Secondo alcune indiscrezioni, anche altri quotidiani avrebbero ricevuto la richiesta di pubblicare un necrologio in memoria di «Sua Eccellenza Cavalier Benito Mussolini», ma si sono rifiutati e hanno rispedito al mittente l’istanza portata avanti dalle associazioni nostalgiche nel vicentino.

A Ventimiglia il rifiuto di un vescovo di celebrare una messa a suffragio del duce

Il vescovo della diocesi di Ventimiglia-Sanremo Antonio Suetta, d’altro canto, ha annunciato all’Ansa di aver negato una messa in suffragio a Benito Mussolini, nei 74 anni dalla sua morte, che avrebbe dovuto essere celebrata domani nella chiesa di Sant’Agostino a Ventimiglia. «La messa è un atto di culto a Dio e come tale deve rimanere. Ogni fedele ha il diritto di richiedere una messa o una preghiera per chiunque perché il suffragio è un’opera di misericordia che non viene negata a nessuno – ha detto il prelato -. Questo atto, però, deve essere sempre rispettato nella sua specificità e deve essere scevro da qualsiasi strumentalizzazione che ne travisi il senso. Per questo motivo riteniamo preferibile non accondiscendere a questa richiesta, perché ne è stato fatto un motivo di strumentalizzazione e la messa non deve diventare occasione di pubblicità».

(foto di copertina: da pagina 63 de Il Giornale di Vicenza)