Muore sul lavoro a 18 anni, l’ex insegnante gli dedica una lettera d’addio

03/11/2018 di Redazione

Andrea Masi, 18 anni, aveva deciso di lasciare la scuola per dedicarsi unicamente al lavoro. Stava lavorando a un impianto di fibra ottica nel centro commerciale di Portello, in provincia di Varese, quando a un tratto ha sbattuto la testa contro un architrave ed è morto.

Il ragazzo, residente a Tredate, era conosciuto per la sua gentilezza e i suoi modi di fare. La sua insegnante a scuola Donatella D’Alelio, che lo aveva invitato a restare a scuola, gli ha dedicato una commovente lettera d’addio su Facebook che in pochi attimi è diventata virale:

Andrea che era entrato in classe bambino e che ne era uscito uomo con le spalle disegnate e il sorriso luminoso. Andrea col capo chino sugli esercizi, Andrea che aiutava tutti, Andrea che quando aveva preso 9 in verifica non ci credeva, Andrea che all’intervallo mi chiedeva se volevo il caffè, Andrea che quando mi si ruppe l’orologio di mio padre, quello che mettevo nei momenti difficili, quando avevo bisogno di conforto mi disse dia qua, prof che glielo aggiusto io, Andrea che rideva coi compagni, Andrea che io volevo continuasse a studiare e lui no prof, io voglio lavorare, Andrea che quel lavoro l’aveva trovato, Andrea che quel lavoro ce l’ha portato via. Andrea, Andrea Masi, il mio alunno che ce l’aveva fatta.

Share this article