Brasile, Australia e Giamaica: le avversarie dell’Italia al Mondiale femminile

di Enzo Boldi | 03/06/2019

Mondiale femminile

Sette, 14 e 18. Non sono i numeri del Lotto, ma i giorni in cui le nostre azzurre scenderanno in campo per il loro ritorno Mondiale femminile di calcio. Le avversarie dell’Italia sono di livello, seppur non ci sia una favorita di diritto per il passaggio del turno. Le ragazze di Milena Bertolini se la dovranno vedere prima con l’Australia, poi con la Giamaica e, infine, con il Brasile. Facendo tutti gli scongiuri del caso, il discorso qualificazione dovrebbe escludere le centro-americane, sorpresa delle fasi preliminari ma che sembrano un passo indietro rispetto alle rivali. Grande attesa per il Brasile della fortissima Marta, anche se il movimento verdeoro sembra essere nella sua fase peggiore.

LEGGI ANCHE > Le 23 azzurre convocate per il Mondiale femminile

Le avversarie dell’Italia al Mondiale Femminile: l’Australia

Le azzurre agli ordini di Milena Bertolini scenderanno in campo per la prima volta – dopo un’assenza lunga 20 anni al Mondiale femminile – domenica 9 giugno (ore 13) a Valenciennes contro l’Australia. Le prime avversarie delle nostre ragazze hanno una storia che sembra simile a quanto accaduto al movimento femminile in Italia. Il loro riconoscimento, a livello ufficiale, è stato un lungo percorso, nonostante la loro presenza continua nella fase finale dei Campionati del Mondo. Esclusa la prima edizione, infatti, le australiane hanno sempre partecipato. I risultati nono sono stati esaltanti, con tre eliminazioni ai quarti di finale in sei partecipazioni. Il loro punto di forza è la 26enne attaccante Sam Kerr, che fa della velocità e della prestanza fisica le sue doti migliori.

Qui Giamaica

Il secondo impegno delle nostre azzurre, venerdì 14 giugno (ore 18) metterà di fronte l’Italia alla sorpresa Giamaica. Le centro-americane sono 53esime nel ranking mondiale e questo dato potrebbe spingere a dare per scontata una loro eliminazione al primo turno (si qualificano direttamente le prime due di ogni raggruppamento e le quattro migliori terze), ma in queste competizione le motivazioni possono portare a superare gli ostacoli. La Giamaica è alla sua prima presenza a un Mondiale, ma non per questo può essere sottovalutata. La sua giocatrice simbolo è la giovane attaccante Khadija Shaw che, a soli 22 anni, ha guidato la sua Nazionale alla vittoria nello spareggio contro Panama.

Qui Brasile

Leggere il nome Brasile tra le avversarie dell’Italia a un Mondiale di Calcio riporta alla mente le mitiche sfide della Nazionale maschile con i verdeoro. La situazione sul versante femminile, però, sembra essere molto diversa. Le sudamericane, infatti, nonostante il blasone e il movimento sempre sulla cresta dell’onda, non hanno mai vinto un titolo iridato. Il tutto nonostante nella sua rosa si possano leggere nomi di spicco e di successo anche a livello individuale. Le ragazze verdeoro hanno perso le ultime nove partite giocare e, nonostante il successo nell’ultima Copa America, sembrano esserci dei problemi di gioco e rendimento. La loro stella è la 33enne Marta Vieira da Silva, conosciuta semplicemente come Marta, che per cinque anni di fila ha vinto il titolo di Fifa World Player. La partita contro le azzurre sarà quella che chiuderà il girone C, il 18 giugno.